Attualità PALERMO

Musica: "Le nozze di Figaro" tornano al teatro Massimo

PALERMO, 15 MAG Il capolavoro di Mozart, "Le nozze di Figaro" debutta al Teatro Massimo di Palermo con la regia di Chiara Muti e la direzione di Gabriele Ferro. E' la prima opera della trilogia italiana, scritta su un libretto di Lorenzo Da Ponte. "Una macchina teatrale perfetta afferma Chiara Muti e nei confronti di Mozart ho un atteggiamento molto umile.
    Modernità vuol dire rispetto per i geni come Mozart. "Le nozze di Figaro" parla dell'amore e delle relazioni, all'epoca fu una opera rivoluzionaria, ma l'interesse per l'amore è preminente, un gioiello legato ai diversi caratteri umani. Una coppia stanca, un marito annoiato e un' altra coppia all'inizio dell' amore, desiderosi di scoprirsi e poi c'è Cherubino, simbolo stesso del desiderio. Ma il finale non è mai allegra e felice, c'è qualcosa di malinconico nei finali mozartiani. Il direttore Gabriele Ferro ha aggiunto: "in Mozart i personaggi migliori sono quelli borghesi, gli umili. Un dato storico sottolineato anche dalla regia, è il momento in cui la borghesia si appresta a capovolgere le sorti del mondo aristocratico." La Muti è attrice, cantante regista, colta, respira musica dalla nascita, ha messo particolare cura nei recitativi, si avvale del costumista Alessandro Lai, allievo di Piero Tosi. Lo spettacolo è una coproduzione del Massimo di Palermo, il Petruzzelli di Bari e il San Carlo di Napoli.
    "Creare Nozze di Figaro come spettacolo innovativo, provocatore, fuori dalle righe ha aggiunto la figlia di Riccardo Muti non ci vuole molto, tradire un autore, fosse anche Mozart o Puccini, è facile e va di moda, ma invece moderno significa rispettare i cantanti e la musica". La prova generale di domani, 16 maggio, è dedicata alla ricerca scientifica, per Telethon. La prima è il 18 maggio. Nel cast Simone Alberghini, Mariangela Sicilia, Maria Mudryak, Alessandro Luongo. Si replica fino al 26 maggio.(ANSA).