Cronaca Catania

Nel B&B abusivo, a Catania, la paga era meno di tre euro l'ora

Molte le denunce a carico del titolare

Catania - A Catania si può lavorare nei B&B anche per meno di tre euro l'ora. Naturalmente, i B&B sono abusivi. E' quanto accertato dalla polizia di Catania: c’era il bed and break fast autorizzato per quattro camere che invece ne aveva in esercizio sei tanto da spingere il titolare a pubblicizzarlo sul web come albergo. E lo stesso titolare che pagava una lavoratrice meno di 3 eruro l'ora. Sono state controllate diverse strutture ricettive, a carattere imprenditoriale o familiare, la cui conduzione, in molti casi, non è risultata in linea con le norme di pubblica sicurezza o con quelle tributarie e fiscali.

Il B&B, in parte abusivo, oltre ad avere il non poco rilevante problema dell’evasione fiscale – e all’abusiva conduzione dell’esercizio stesso – dovrà rispondere anche di un altro problema: una lavoratrice priva di contratto di lavoro che percepiva una paga di appena 2,65 euro l’ora. 

Il titolare dovrà rispondere di una denuncia per sfruttamento dello stato di bisogno del lavoratore, la segnalazione all’Asp Spresal, per la violazione delle norme in materia di salubrità e sicurezza sui luoghi di lavoro e la sanzione amministrativa per l’inosservanza alle prescrizioni. Inoltre, sono state controllate anche altre strutture, circa 15, in cui anche in questi casi è stata accertata l'attività di affitto in nero. Una donna, infine, è stata denunciata perchè ha affittato per oltre 10 anni una palazzina completamente in nero.