Attualità New economy

Marijuana legale: produzione e commercio riconosciuti dal Governo

la marijuana legale in commercio con un limite di Thc inferiore allo 0,2%.

E' boom per la cannabis light, quella "legale". Ad un anno dal lancio, tutti i lavoratori e i coltivatori potranno festeggiare: la produzione e il  commercio delle infiorescenze è stato finalmente riconosciuto anche dal ministero. A dichiararlo Luca Marola, ideatore e fondatore di Easy Joint, fra i primi esempi di cannabis light - la marijuana "legale" in commercio con un limite di Thc inferiore allo 0,2% - che nell'ultimo anno ha rivoluzionato il mercato. In parole povere, questo limite di Thc permette alla marijuana di mantenere tutte le sue proprietà benefiche riconosciute, senza però avere il problema dello "sballo".

La notizia arriva direttamente dal ministero dell'Agricoltura, il Mipaaf, che con una circolare si è espressa sulle regole della legge in vigore dal gennaio 2017: produrre e vendere l'erba legale è possibile, senza più dubbi per le migliaia di italiani che negli ultimi mesi hanno investito in questo business con non poche incertezze.
La coltivazione della canapa - si legge nella circolare ministeriale - è consentita senza necessità di autorizzazione, che viene richiesta invece se la pianta ha un tasso THC di oltre lo 0,2% come previsto da regolamento europeo. Qualora la percentuale risulti superiore ma entro il limite dello 0,6% l'agricoltore non ha alcuna responsabilità; in caso venga accertato un tasso superiore allo  0,6% l'autorità giudiziaria può disporre il sequestro o la distruzione delle coltivazioni di canapa".
Adesso tutti i soggetti che hanno investito in questo business sanno di agire legalmente, senza più ombre.

Quello della  "New Canapa Economy" è un settore che nell'ultimo anno ha avuto un boom enorme: si è passati dai 400 ettari di terreno coltivati del 2013 ai quasi 4mila stimati per il 2018. Per la Coldiretti "sono centinaia le nuove aziende agricole che hanno avviato nel 2018 la coltivazione di canapa" in tutti i campi. Il giro d'affari della "marijuana legale"  ha un potenziale stimato in oltre 40 milioni di euro.

https://www.ragusanews.com//immagini_banner/1543747182-3-nifosi.jpg