Cronaca Pozzallo

Cittadino francese sbarca coi migranti per eludere la frontiera. Arrestato

E' la prima volta che un cittadino europeo sbarca insieme ai migranti, arrivati a Pozzallo.

Pozzallo - La polizia ha arrestato Ramzi Fekih, nato a Parigi, 20 anni, in quanto destinatario del Mandato di Arresto Europeo emesso dalla Francia per furto aggravato ai danni di un’abitazione di Parigi. L'uomo è arrivato in Italia insieme ad altri 296 migranti sbarcati a Pozzallo il 25 maggio, la maggior parte dei quali di origini tunisine.
Durante le fasi di identificazione di tutti i migranti sbarcati, il giovane dichiarava di essere nato a Parigi e di essere cittadino francese.
 

Sin da subito i poliziotti chiedevano al migrante di ribadire le proprie generalità in quanto appariva anomalo lo sbarco di un cittadino francese, proprio perché avrebbe potuto viaggiare senza alcun rischio e spendendo meno attraverso le frontiere aeree con un volo per la Francia.
 

L’uomo ribadiva di essere francese e di voler raggiungere il suo paese dove lo aspettavano i familiari.
La sua insistenza appariva inusuale, anche perché per la prima volta è accaduto che un cittadino europeo sbarcasse sul territorio nazionale mediante un viaggio via mare dalle coste nord africane.
E' stato in effetti appurato che il cittadino fosse realmente di nazionalità francese ma è emerso che l’uomo fosse destinatario di un Mandato di Arresto Europeo ed è stato arrestato.

E' emerso che nel 2015 commetteva il reato di furto aggravato ai danni di un’abitazione parigina. In quell'occasione è stato arrestato e poi liberato.  Dopodiché si perdevano le sue tracce in quanto è andato a vivere in Tunisia, terra d’origine della sua famiglia.
Probabilmente ha scelto di raggiungere l’Europa via mare per eludere le frontiere aeree.
Dopo gli accertamenti sulla sua identità, il cittadino francese è stato condotto in carcere a disposizione dell’Autorità Giudiziaria competente che valuterà l’estradizione in Francia, paese che ha emesso il mandato.