Cronaca Milo

Milo: fratelli fanno a gara a chi picchia più forte la compagna

Picchiavano, ingiuriavano e riempivano di botte le proprie compagne, anche davanti ai figli piccoli.

Milo - Picchiavano, ingiuriavano e riempivano di botte le proprie compagne, anche davanti ai figli piccoli. E' successo a Milo, provincia di Catania: due fratelli rumeni, di 26 e 28 anni, facevano a gara su chi riusciva meglio a schiavizzare la propria consorte.

Le donne erano umiliate e spesso venivano costrette ad avere rapporti sessuali con la forza. Inoltre, in una occasione, uno dei due fratelli aveva messo in mano al bimbo di 4 attni un coltello, istigandolo a ferire la madre.
Nelle scorse settimane i carabinieri della Stazione di Sant’Alfio, al termine di una delicata indagine supportata da una approfondita relazione dei servizi sociali del Comune di Milo, hanno messo fine all’incubo di una delle due vittime, procedendo all’arresto del 26enne romeno.

Durante lo scorso fine settimana i carabinieri hanno arrestato anche il fratello 28 enne operaio, incensurato che, avrebbe tentato di emulare il fratello minore, umiliando la moglie senza nessun motivo.

Ottemperando ad un ordine di carcerazione emesso dal GIP di Catania, è stato arrestato e condotto nel carcere di piazza Lanza a Catania.
 

https://www.ragusanews.com//immagini_banner/1534503216-3-despar.gif