Attualità Agricoltura

A Chiaramonte c'è l'uomo dei lamponi. FOTO

Intervista di Irene Savasta

  • https://www.ragusanews.com/resizer/resize.php?url=https://www.ragusanews.com//immagini_articoli/08-06-2018/1528451259-1-chiaramonte-uomo-lamponi.jpg&size=375x500c0
  • https://www.ragusanews.com/resizer/resize.php?url=https://www.ragusanews.com//immagini_articoli/08-06-2018/1528451259-2-chiaramonte-uomo-lamponi.jpg&size=375x500c0
  • https://www.ragusanews.com/resizer/resize.php?url=https://www.ragusanews.com//immagini_articoli/08-06-2018/1528451259-3-chiaramonte-uomo-lamponi.jpg&size=375x500c0
  • https://www.ragusanews.com/resizer/resize.php?url=https://www.ragusanews.com//immagini_articoli/08-06-2018/1528451259-4-chiaramonte-uomo-lamponi.jpg&size=375x500c0
  • https://www.ragusanews.com/resizer/resize.php?url=https://www.ragusanews.com//immagini_articoli/08-06-2018/1528451259-5-chiaramonte-uomo-lamponi.jpg&size=375x500c0
  • https://www.ragusanews.com/resizer/resize.php?url=https://www.ragusanews.com//immagini_articoli/08-06-2018/1528451260-6-chiaramonte-uomo-lamponi.jpg&size=375x500c0
  • https://www.ragusanews.com/resizer/resize.php?url=https://www.ragusanews.com//immagini_articoli/08-06-2018/1528451260-7-chiaramonte-uomo-lamponi.jpg&size=375x500c0
  • https://www.ragusanews.com/resizer/resize.php?url=https://www.ragusanews.com//immagini_articoli/08-06-2018/1528451260-8-chiaramonte-uomo-lamponi.jpg&size=375x500c0
  • https://www.ragusanews.com/resizer/resize.php?url=https://www.ragusanews.com//immagini_articoli/08-06-2018/1528451260-9-chiaramonte-uomo-lamponi.jpg&size=375x500c0
  • https://www.ragusanews.com/resizer/resize.php?url=https://www.ragusanews.com//immagini_articoli/08-06-2018/1528451260-10-chiaramonte-uomo-lamponi.jpg&size=375x500c0
  • https://www.ragusanews.com/resizer/resize.php?url=https://www.ragusanews.com//immagini_articoli/08-06-2018/1528451260-11-chiaramonte-uomo-lamponi.jpg&size=375x500c0
  • https://www.ragusanews.com//immagini_articoli/08-06-2018/chiaramonte-uomo-lamponi-100.jpg
  • https://www.ragusanews.com//immagini_articoli/08-06-2018/1528451259-1-chiaramonte-uomo-lamponi.jpg
  • https://www.ragusanews.com//immagini_articoli/08-06-2018/1528451259-2-chiaramonte-uomo-lamponi.jpg
  • https://www.ragusanews.com//immagini_articoli/08-06-2018/1528451259-3-chiaramonte-uomo-lamponi.jpg
  • https://www.ragusanews.com//immagini_articoli/08-06-2018/1528451259-4-chiaramonte-uomo-lamponi.jpg
  • https://www.ragusanews.com//immagini_articoli/08-06-2018/1528451259-5-chiaramonte-uomo-lamponi.jpg
  • https://www.ragusanews.com//immagini_articoli/08-06-2018/1528451260-6-chiaramonte-uomo-lamponi.jpg
  • https://www.ragusanews.com//immagini_articoli/08-06-2018/1528451260-7-chiaramonte-uomo-lamponi.jpg
  • https://www.ragusanews.com//immagini_articoli/08-06-2018/1528451260-8-chiaramonte-uomo-lamponi.jpg
  • https://www.ragusanews.com//immagini_articoli/08-06-2018/1528451260-9-chiaramonte-uomo-lamponi.jpg
  • https://www.ragusanews.com//immagini_articoli/08-06-2018/1528451260-10-chiaramonte-uomo-lamponi.jpg
  • https://www.ragusanews.com//immagini_articoli/08-06-2018/1528451260-11-chiaramonte-uomo-lamponi.jpg

Chiaramonte Gulfi - C’è un uomo, a Chiaramonte, che ha deciso di investire su un nuovo modello di agricoltura diversificandosi, specializzandosi e perché no? Scommettendo sui nuovi mercati. Salvatore Azzara è l’uomo dei lamponi: 48 anni, imprenditore agricolo da sempre, da un anno circa ha deciso di sperimentare all’interno della sua azienda di contrada Fegotto, una produzione decisamente nuova per i mercati siciliani: la produzione dei cosiddetti “piccoli frutti”. Ma com’è nata questa avventura? Perché un imprenditore che fino a questo momento si era dedicato alla produzione di pomodori ha deciso di investire su un mercato di nicchia? A raccontarcelo, è lui stesso.

Produrre lamponi in Sicilia. Come le è venuta in mete questa idea?
“Dunque, tutto è nato dal fatto che negli ultimi anni i piccoli frutti, o frutti di bosco, hanno avuto una crescente richiesta di mercato, soprattutto nel nord Italia e in Europa. Da noi, è vero, sono ancora poco diffusi e vengono utilizzati principalmente come decorazioni per i dolci, ma già nel nord Italia vengono consumati abitualmente come frutta. Avevo investito, 5 anni fa, in una struttura serricola tecnoclogica di 12 mila metri quadri. In pratica facevamo il cosiddetto fuori suolo. Ciò significa che per la coltivazione si usa un substrato di natura organica (l’80% è composto da fibra di cocco) e la pianta non si impianta nel terreno ma in questo sub-strato o in sacchi o in vaso. Questa struttura la utilizzavo per la coltivazione di pomodoro ciliegino o datterino di qualità superiore. Grazie a questo sistema la pianta viene sempre tenuta sotto controllo e subisce pochissimi attacchi alla radice da parte di agenti patogeni e quindi richiede meno trattamenti”.

Perché ha deciso di diversificare la produzione?
“Il pomodoro ciliegino rendeva molto poco, purtroppo. Mi ero accorto, a fine produzione, che quasi ci rimettevo di tasca mia. Così, ho deciso di cercare un prodotto di cui il mercato non era ancora saturo e sono entrato in contatto con la cooperativa Sant’Orsola, del Trentino Alto Adige, leader nella commercializzazione di lamponi e piccoli frutti. Loro sono in produzione tutto l’anno”.
Quindi la sua azienda collabora con questa cooperativa trentina?
“Esatto. Loro iniziano la produzione dei lamponi in Sicilia afine febbraio. Si deve considerare, infatti, che la produzione di questi frutti dura 60 giorni, a marzo-aprile si deve già raccogliere. In pratica, io utilizzo delle piantine che vengono cresciute nei vivai del Nord-Europa perché il lampone cresce su un arbusto simile a quello delle more. In inverno, quando le gemme sono in fase dormiente, si differenziano in gemme a fiore (da cui poi si ricaveranno i frutti) e gemme a foglia (da cui si avrà solo la vegetazione). Per avere una gemma a frutto ci vogliono delle temperature inferiori a 4° e un grande numero di ore, altrimenti le gemme faranno soltanto vegetazione. A partire da novembre, la cooperativa Sant’Orsola distribuisce le piante e quindi la coltivazione di lamponi può avvenire una sola volta all’anno”.

Che tipo di mercato hanno i lamponi?
“Principalmente, vanno in Nord Europa. Di solito si vendono in cassette miste da 8 vaschette da 128 grammi. Ogni vaschetta contiene 3 lamoni, 3 more, 2 mirtilli. Bisogna considerare, infatti, che una pianta di lamponi produce al massimo 1 kg di frutta. Il momento della raccolta, poi, è molto delicato perché esistono diverse varietà di lamponi e alcune varietà devono essere raccolte due volte al giorno, una al mattino e una alla sera, perché hanno una maturazione velocissima. Naturalmente, però, esistono diverse categorie di riferimento: una superiore, cioè il top e una categoria “matura”. In questo caso, i lamponi vengono usati soprattutto per fare della marmellate”.

Che prezzi hanno sul mercato?
“I prezzi oscillano sui 22-23 euro al kg per il prodotto finito, quindi compreso il pakaging. In ogni vaschetta, poi, viene inserito un codice a barre per identificare le aziende che li hanno prodotti”.
Dove possiamo trovare i lamponi prodotti dalla sua azienda?
“Nella grande distribuzione, come Crai, Conad e via dicendo”.
Ha completamente abbandonato le altre produzioni?
“No, il pomodoro lo coltivo solo in estate, a luglio, perché in quel periodo è una produzione più veloce. Appena finisco col pomodoro, a novembre e dicembre parto con i lamponi. Ma già dall’anno prossimo ho in mente di piantare anche i mirtilli”.