Economia Trasporti

In Italia, il Diesel è il più caro d'Europa

Neanche la benzina scherza

Tempi duri per gli automobilisti. Il Diesel in Italia è il più caro d'Europa. Rispetto allo scorso anno, il costo al litro è cresciuto. Tra l'altro, il Diesel già in alcuni Paesi europei non gode degli incentivi statali. Case automobilistiche come Toyota e Porsche stanno iniziando a ritirare dalla produzione i veicoli a gasolio. Tutto è iniziato con il Dieselgate di Volkswagen, che ha trascinato questo tipo di motore verso la crisi.

Nonostante ci siano ancora molti sostenitori di questo tipo di motore, in Italia possiamo vantare lo strano record di avere il gasolio più costoso d’Europa.
In Italia il motore Diesel è il più tassato d’Europa a causa delle accise sul gasolio: secondo i dati diffusi dalla Commissione Europea, la media nell’Unione è del 56% di componente fiscale sul prezzo, con i picchi di Regno Unito con il 63% e dell’Italia con il 61%, e con i record di Bulgaria col 48%, Lituania e Spagna col 49%.

La crisi del Diesel giocherà a favore di ibride, auto a gas ma anche elettriche che sono pronte a prendersi una fetta di mercato.
Sul prezzo del finale del gasolio incidono diversi fattori:
Il costo della materia prima, pari a circa il 29% del prezzo finale, varia in base alle quotazioni del petrolio e al cambio euro/dollaro, poiché il petrolio è valutato in dollari.

I costi di raffinazione sono intorno al 5%.
L’Iva è al 22%.
Il prezzo industriale incide per il 38% sul prezzo finale.
Il margine lordo, incide del 6%.

Il dato, contenuto nel Bollettino settimanale dell'energia della commissione europea, allarma il Codacons, che chiede un "incontro urgente a Matteo Salvini e Luigi Di Maio, affinché si intervenga con urgenza per tagliare le accise e introdurre misure contro la speculazione sui prezzi dei carburanti".

Per quanto riguarda la benzina, l'Italia sale dal quarto al terzo posto: con una media di 1,648 euro al litro è dietro solo a Olanda e Grecia. Secondo il Codacons, gli automobilisti italiani pagano oggi un pieno di diesel il 12,1% in più rispetto la media Ue, mentre per la benzina si paga il 12,4% in più. Una distorsione determinata dalla tassazione abnorme che vige sui carburanti in Italia: al netto delle tasse, infatti, il nostro paese crolla al 6° posto in Europa per il prezzo della benzina, e addirittura al 12° posto per il gasolio.

https://www.ragusanews.com//immagini_banner/1534503216-3-despar.gif