Cronaca Catania

Col pick up a folle velocità, nelle strade della movida

Ad altissima velocità e strisciando muri e rompendo tubature dell'acqua ha percorso prima la via Coppola, poi la via Martinez. Lo ha fermato il dirigente della Volanti che ha dovuto sparare alle gomme. All guida un 34enne catanese sotto l'effetto di alcol

Catania - Momenti di terrone ieri sera a Catania quando un pick up bianco è stato visto dalla folla di persone, nel pieno della movida catanese, procedere a folle velocità nel centro storico, tra via Coppola, via Martinez e via Sangiuliano.

Moltissima gente ha temuto si trattasse di un attentato terrostico con qualcuno che tentava di falciare le persone che si trovavano lungo le strade.

E in momento di particolare concitazione – e con il reale pericolo che l’auto potesse investire qualcuno – è stato il dirigente delle Volanti Daniele De Girolamo che, libero dal servizio, ha sentito il trambusto saltando sul cassone del pick up cercando prima di fermare il folle per poi essere costretto a sparare sulle ruote per fermare il mezzo.

In manette è finito Marco Francesco Pulvirenti di 34 anni, accusato per il momento di resistenza e lesioni a pubblico ufficiale e danneggiamento aggravato. Inoltre è stato denunciato per porto di armi e oggetti atti ad offendere e per guida sotto l’effetto di sostanze alcoliche e di stupefacenti.

Tutto è accaduto intorno alle ore 20.45, in pieno orario di movida, quando Pulvirenti a bordo di un Mitsubishi ha seminato il terrore tra le vie del centro procedendo a folle velocità. Il dirigente delle Volanti della Questura di Catania si trovava in Piazza Goliarda Sapienza, nel rione San Berillo Vecchio e ha sentito lo stridio di gomme e la gente che urlava quando poi ha visto spuntare da via Coppola il pick up marca blu e grigio che, ad alta velocità, si dirigeva verso via De Pasquale, strisciando le pareti, danneggiando vasi ornamentali ai margini delle strade pedonali e rompendo anche dei tubi dell’acqua. Sempre ad altissima velocità è transitata per via Martinez e a quel punto il poliziotto pensando si trattasse di un soggetto intenzionato a compiere un atto terroristico, è saltato sul cassone del pick up, cercando di fermare la marcia dello squilibrato. Solo per un caso nessuno è stato travolto dall’auto.

In via Sangiuliano, all’altezza di Piazza Manganelli, il poliziotto sceso dal cassone e dopo essere stato respinto dal folle ha sparato due colpi con la pistola d’ordinanza verso le ruote posteriori. A quel punto sul posto sono giunte diverse pattuglie che hanno bloccato il folle che era palesemente sotto l’effetto di sostanze alcooliche e stupefacenti e che profferiva frasi senza senso ed invocando il “diavolo”. All’interno del pick up c’erano anche sette coltelli con lama di diversa lunghezza e un paio di forbici da giardinaggio che sono stati sequestrati. L’uomo è stato accompagnato al Pronto Soccorso del Vittorio Emanuele dove è stato poi accertato che aveva un elevato tasso alcolemico e che aveva assunto droga. Pulvirenti è stato rinchiuso nel carcere di Piazza Lanza.

https://www.ragusanews.com//immagini_banner/1534503216-3-despar.gif