Cronaca Palermo

Tonno avariato, altri casi in Sicilia

Precisamente a Palermo

Palermo - Ancora casi di tonno avariato in Sicilia. Sabato sera, 5 persone si sono presentate ieri al pronto soccorso dell'Ospedale Civico di Palermo con la sindrome sgombroide. Questa allergia si manifesta come una qualsiasi allergia alimentare e  consiste in arrossamento della pelle, cefalea pulsante, bruciore orale, crampi addominali, nausea, diarrea, palpitazioni, senso di malessere e raramente ipertermia o perdita della vista. I sintomi solitamente compaiono entro 10-30 minuti dall'ingestione del pesce e sono generalmente autolimitanti.

I segni fisici possono comprendere pallore diffuso, eritema, tachicardia, dispnea e ipotensione o ipertensione. Le persone con asma sono più suscettibili di problemi respiratori quali dispnea o broncospasmo. I sintomi di intossicazione possono comparire entro pochi minuti e fino a due ore in seguito al consumo di cibo deteriorato.

Le 5 persone intossicate sono i componenti di due nuclei familiari di via Falsomiele, tutti abitanti nello stesso stabile: tre donne di 67, 46 e 44 anni e due uomini di 47 e 45 anni hanno mangiato tonno avariato acquistato la mattina da un ambulante al mercato di Ballarò. I cinque hanno una prognosi che va da quattro a sette giorni. Le persone intossicate sono state sentite dai carabinieri del Nas, all'opera per individuare il venditore.

https://www.ragusanews.com//immagini_banner/1531731979-3-despar.gif