Attualità Ragusa

Ballottaggio a Ragusa, Calabrese lascia libero il suo elettorato

Nessuna indicazione di voto

Ragusa - “Una breve e serena pausa di riflessione era assolutamente necessaria per recuperare le energie  fisiche e mentali e potere affrontare l’analisi del preballottaggio scevra da rabbia e pregiudizi. Un’analisi comunque dovuta ad una forza di coalizione che ha ricevuto il consenso di quasi 5.000 elettori”. A sottolinearlo è Peppe Calabrese, segretario cittadino del Pd e candidato a sindaco di Ragusa, che nelle scorse amministrative è stato sostenuto da cinque liste. “Dirò subito, senza filtri né giri di parole – continua Calabrese – che il nostro elettorato sarà libero di scegliere il proprio candidato sindaco per i prossimi cinque anni decidendo liberamente chi votare.

Noi non daremo nessuna indicazione di voto, liberiamo le coscienze e ci teniamo fuori da pseudosostegni sommersi non meglio identificati. Noi, comunque, saremo forza di opposizione dentro e fuori dalla sala consiliare. Sento forte la responsabilità per tutta la coalizione che mi ha sostenuto al di là dei fatti e delle illazioni, pagando il grave momento negativo che il mio partito sta attraversando su tutto il territorio nazionale ma pagando anche le scelte scellerate di personaggi locali che, per seguire i propri velleitari deliri di onnipotenza, sostenuti da una sinistra che si autodefinisce estrema, hanno condotto in modo incosciente verso la sconfitta tutti quegli elettori che oggi, se gli appelli fatti dal sottoscritto fossero stati ascoltati, potrebbero urlare di avere vinto le elezioni e governare insieme a noi la città all’insegna dei valori moderato-progressisti di un intero centrosinistra”.

“Ed è con loro, con il mio gruppo di sostegno, con 120 candidati, con 4.890 elettori, con il mio partito, in cui credo e che rappresenta in città l’unico, vero, e originario centrosinistra per valori e per progetti, unico movimento moderato-progressista rimasto a combattere per i diritti, è con loro, ripeto – aggiunge Calabrese – che ripartiremo sempre coerenti con i nostri ideali. Subito dopo il ballottaggio convocherò una direzione cittadina del Pd allargata a tutta la coalizione ed in quella sede comunicherò le mie decisioni personali e tutti insieme decideremo la strada da intraprendere per far ripartire il nostro progetto ragusano. Formulo ai due candidati in lizza per il ballottaggio i migliori auguri e cinque anni di amministrazione serena della città. Ringrazio quanti mi hanno sostenuto e hanno creduto in me ed in quello che rappresento”.