Attualità Modica

Modica, associazione Mozart Italia, concerto della pianista Federica Reale

L'associazione ha dedicato questo spazio ai giovani musicisti facendoli conoscere al pubblico modicano.

Modica - Con il concerto della diciassettenne pianista Federica Reale si è concluso il  primo approccio diretto e immediato che l’Associazione Mozart Italia (AMI)-sede di Modica ha dedicato ai giovani musicisti facendoli conoscere al pubblico modicano. Pubblico attento e appassionato che ha sempre più, di concerto in concerto, mostrato di apprezzare la scelta che AMI ha fatto con AMIGIOVANI, il progetto rivolto a giovani musicisti che ha visto esibirsi l’Orchestra di Archi del Liceo musicale “G.Verga”, il pianista Salvatore Midolo allievo della professoressa Cristina Zago e la diciassettenne pianista Federica Reale allieva della professoressa Graziella Concas.

«Bell’esempio di maturità e professionalità – ha commentato la direttrice artistica dell’AMI Modica Cristina Zago – congratulandosi, a fine concerto, con la pianista Federica Reale – ha eseguito un repertorio di notevole impegno e complessità con una competenza davvero ammirevole.»
Lusinghieri anche i commenti sull’esecuzione rivolti dalla Presidente di AMI-Modica Anna Maria Spoto alla giovane pianista «Non è che l’inizio – ha commentato la presidente di AMI-Modica ringraziando la giovane artista ed il pubblico intervenuto – ci impegniamo a far proseguire questo progetto rivolto al futuro dell’arte, al futuro della musica.

Questo progetto- ha proseguito la Presidente di AMI - si conclude in occasione della ricorrenza del compleanno di Claudio Abbado, il grande Abbado che in età già matura, ha concretamente dedicato ai giovani la sua esperienza con la creazione, tra l’altro, dell’Orchestra Mozart composta da giovani».
Ma non finisce qua, è sembrato volesse dire la Presidente Spoto allorché ha annunciato la prossima iniziativa di AMI Modica: il programma musicale “L’arte barocca in musica“.

Il programma si svolgerà tra l’ultima decade di luglio e la prima di agosto. «Abbiamo elaborato una proposta - ha spiegato la Presidente di AMI - rivolta non soltanto ai cittadini di Modica, ma anche ai suoi visitatori (in quel periodo si presuppone siano numerosi) che potranno fruire, grazie ad AMI, l’aspetto musicale del Barocco.»
Ulteriori dettagli su “L’arte barocca in musica“ nel prossimo comunicato.

https://www.ragusanews.com//immagini_banner/1536936071-3-despar.gif