Attualità Catania

Catania, ordinanza di Pogliese: E' solo per chi imbratta, sporca e bivacca

Si tratterebbe, nelle intenzioni, di un'ordinanza che vieta il bivacco nelle strade del centro e vuole sanzionare l'imbrattamento dei monumenti storici.

Catania: L'ordinanza "anti bivacco" del neo sindaco Pogliese ha suscitato un vespaio di polemiche, soprattutto da parte di associazioni impiegate da anni in ambito sociale e in molti esponenti dell'opposizione. Il sindaco, però, ha spiegato su facebook quale è la ragione della sua ordinanza, che nulla ha a che vedere coi senzatetto. Si tratterebbe, nelle intenzioni, di un'ordinanza che vieta il bivacco nelle strade del centro e vuole sanzionare l'imbrattamento dei monumenti storici. Sarebbe questo il vero senso dell'ordinanza. E' rivolta, quindi, alle persone che sporcano, imbrattano e disturbano e che saranno sanzionate per tutelare il decoro della città.

"Anzitutto non è vero che è contro i senzatetto", ci tiene a precisare Pogliese con un post pubblicato su Facebook. "Noi vogliamo affermare un principio di buonsenso - continua il Sindaco - per chi crea disordine, sporca, imbratta e disturba, non c’è posto nelle strade del nostro barocco. E lo affermeremo. Con gli strumenti che la legge ci dà: quello dell’ordinanza che, come prevede il Decreto Minniti dell’aprile dello scorso anno e che città patrimonio dell’Unesco hanno adottato (vedi Firenze e Roma), deve prevedere necessariamente anche una sanzione, seppur formale, senza la quale il divieto non sarebbe effettivo; cosa che invece avviene con l’ordinanza e la previsione teorica di sanzione.

Oppure pensiamo ai tanti che molestano nelle strade o addirittura imbrattano i monumenti o li danneggiano, fenomeno in netta crescita purtroppo a Catania: insieme alle forze dell'ordine vogliamo reprimere questi comportamenti, non altro". Il sindaco, inoltre, ha spiegato che l'intenzione della sua amministrazione è quella di dare una mano alle associazioni di volontariato che si occupano dei senzatetto, proponendo un rifugio accogliente e dignitoso.