Attualità Modica

E' nato, a Modica, il Pupo Ibleo

Disegno di Loredana Roccasalva e manifattura di Emanuele Salamanca

  • https://www.ragusanews.com/resizer/resize.php?url=https://www.ragusanews.com//immagini_articoli/09-07-2018/1531118923-1-nato-modica-pupu-ibleo.jpg&size=667x500c0
  • https://www.ragusanews.com//immagini_articoli/09-07-2018/nato-modica-pupu-ibleo-100.jpg
  • https://www.ragusanews.com//immagini_articoli/09-07-2018/1531118923-1-nato-modica-pupu-ibleo.jpg

Modica - La sapienza dell’artigiano e la creatività della stilista. Nato da questo connubio il  “Pupo ibleo” a doppia firma. Gli ideatori sono la modicana Loredana Roccasalva ed il catanese Emanuele Salamanca. La prima stilista di moda, il secondo appartenente ad una famiglia di pupari della scuola catanese ed ideatore, assieme al padre Francesco, di una collezione di 65 Pupi siciliani da teatro per la nave “Costa Magica” della Costa Crociere. E’ un “Pupo” nudo quello creato, vestito solo da una corazza con innesti di gelsomini. Rigorosamente realizzati a mano.

Disegno di Loredana Roccasalva e manifattura di Emanuele Salamanca, il Puparo 4.0 come ama definirlo la couturier modicana. Se la famiglia di Emanuele Salamanca si spende molto nella tradizione dell'Opera dei Pupi, riconosciuta dall'Unesco quale capolavoro del patrimonio orale e immateriale dell'Umanità, il giovane Emanuele, dopo il rientro nella sua Sicilia, tenta nuove strade sul solco dell’attività familiare. Lo fa con lavori per il teatro, lo fa con nuovi esperimenti. “I Pupi siciliani sono patrimonio della nostra terra – afferma il giovane puparo – oggi, con i voli low cost, il turista trova difficoltà nel portarseli a casa. Il mercato regge grazie alle richieste che arrivano dall’estero, da quei Paesi in cui vivono le comunità italiane legate ai ricordi della loro terra”.

L’incubazione del “Pupo ibleo” è durata un anno. Fra Catania e Modica. “Abbiamo messo fuori dai cassetti la storia del Pupo siciliano e l’abbiamo contaminata con le tipicità della terra iblea, ad esempio il gelsomino – spiega Loredana Roccasalva – è venuto fuori un Pupo depurato da quelle che sono l’armatura ed i colori cercando di trovare l’essenza. Nel dubbio, se farlo moro o non moro, abbiamo deciso di lasciare il legno nel suo colore grezzo. E’ stato un lavoro di istinto, nato e costruito modellando un pezzo di legno per passare, poi, alla fase successiva della vestizione”. Il “Pupo ibleo” è realizzato in diverse misure. Elegante, morbido nelle sue snodature legate da fili che raccontano la storia, le radici di questa terra di Sicilia. E' in mostra all'Hostaria della Musica a Modica, gestito da Giampiero Ragusa, dove sosta nel “temporary store” di Loredana Roccasalva.