Cultura Libri

Cucinare Male. Il libro per tutti i Masterchef falliti del mondo

Disponibile su Amazon

Potremmo definirlo "l'anti-Masterchef" o, come viene definito in descrizione "l'anti-libro di cucina per tutti i mastercheff falliti del mondo". Si chiama "Cucinare Male", il libro scritto da "Paolo e Francesca" e disponibile su Amazon, nato dall'esperienza del gruppo facebook omonimo e community online "Cucinaremale", nato dai disastri culinari quotidiani a cui tutti noi, volenti o nolenti, abbiamo partecipato almeno una volta nella vita. La descrizione del libro è emblematica: "Quando mi sono rassegnata al fatto che non sarei mai diventata una cuoca decente, ho buttato le pentole, ho venduto la cucina e ho fatto abbonamento a vita a JustEat. E Paolo ha deciso di sposarmi, a patto che non cucinassi mai più.
Non potevamo però evitare di ammirare, con un pizzico di invidia, le foto dei piatti perfetti delle nostre amiche, postate sui social network per fare gare di like.

Delle vere e proprie opere d’arte da gustare con anche gli occhi, pubblicate insieme all’hashtag #foodporn. Finché un giorno, su Facebook, abbiamo scoperto ‘cucinaremale’. Cucinaremale è un gruppo di persone che non si vergognano di mostrare al mondo che ci vuole del talento anche per prendersi in giro; un gruppo che condivide i propri fallimenti culinari, uomini e donne uniti sotto un unico, grande grido di libertà: “Evviva il precotto!” In loro onore, Mark Zuckerberg vuole aggiungere la faccina ‘disgusto’ fra le Facebook Reactions. E, in loro onore, noi abbiamo realizzato questo libro. Perché, da quando abbiamo conosciuto altri ‘cucinaremalisti’, io e Paolo ci sentiamo meno incompresi e... ridiamo molto di più".

Il gruppo è nato nel 2014 e oggi conta quasi 70 mila iscritti: un esecito di pasticcioni in cucina. E' stato fondato, quasi per scherzo, da Federico Briano Savona, che voleva una community semplice e autoironica sui disastri culinari. Cucinare Male non è altro che la raccolta di tutti i fallimenti culinari, una piccola bottega degli orrori gastronomici.

E ve ne sono di cibi terribili: dal torte salate con uova e maionese, a sughi di colori bizzari, fino ad arrivare a torte afflosciate malriuscite.
Per poter far parte del gruppo bisogna essere autenticamente incapaci: non valgono le foto prese da internet e nemmeno i piatti camuffati.

https://www.ragusanews.com//immagini_banner/1536936071-3-despar.gif