Attualità Musica

Povia: il sindaco di Mirabella? Dice che sono fascista. Annullato concerto

La difesa del cantante

Mirabella Imbaccari - Pare non sia la prima volta ma Giuseppe Povia, conosciuto anche solo come Povia, ha subito l'annullamento del suo concerto. Stavolta, da parte del sindaco di Mirabella Imbaccari, Giovanni Ferro, il quale ha annullato una data del cantante, che si sarebbe dovuto esibire nella cittadina in provincia di Catania il 18 agosto. Ufficialmente, è perchè non ci sarebbero i soldi. Ma in realtà, Povia ha spiegato in un video qual è, secondo lui, la vera motivazione. 

Secondo lui, infatti, il sindaco sarebbe stato influenzato da alcune persone che, tramite post su facebook, gli avrebbero detto che Povia è fascista, razzista, omofobo e contrario ai vaccini. Tutti appellativi che lo stesso cantante respinge fermamente e mostra perfino il contratto con cui, in data 13 luglio, fa evincere la firma del prete don Marco, in accordo con sindaco, per far esibire il cantante.

Povia nel video alterna momenti di ilarità, a altri in cui redarguisce pesantemente il sindaco. "Caro sindaco di Mirabella Imbaccari voi non avreste mai firmato un contratto di così tante pagine. Lei, sindaco ha pubblicato sui social la data del concerto. Poi le sono piovute le critiche e i commenti di quattro scemi o, forse meno. Qualcuno ha pensato a una petizione per annullare il concerto. Che scandalo – rimarca Povia – Perché Povia è fascista. Ma non si esce più da questa storia. Stessa cosa se mi dicessero comunista. Non sono omofobo.

Sono semmai contro il business dell’immigrazione. E poi non sono contro i vaccini. A casa siamo tutti vaccinati. Ma cosa c’entrano tutte queste cose? I miei concerti sono festa e musica". Poi, il paradosso comiso: lo staff di Povia avrebbe tentato di mettersi in contatto col sindaco e con il prete, don Marco: entrambi risultano in vacanza e quindi non raggiungibili.

Poi, aggiunge: "Avete annullato il concerto con la scusa che non avete venduto biglietti della lotteria! Questa non l’avevo mai sentita! Ho diffuso un video per informare la gente. Per difenderci da tutto. Sennò qui credono che Povia è razzista, fascista e omofobo". Poi, l'appello affinchè il video diventi virale.

https://www.ragusanews.com//immagini_banner/1543747182-3-nifosi.jpg