Appuntamenti Ispica

A Ispica, la vetrata artistica per il SS. Cristo alla Colonna

Venerdì prossimo, 27 Luglio alle ore 19,30, presso la Basilica S. Maria Maggiore

Ispica - Venerdì prossimo, 27 Luglio alle ore 19,30, presso la Basilica S. Maria Maggiore di Ispica, si terrà la solenne inaugurazione della prima delle due vetrate artistiche realizzate dall’artista toscano Francesco Mori e dedicata al SS. Cristo Flagellato alla Colonna. In occasione dei festeggiamenti per il 110° Anniversario dell’erezione della Basilica S. Maria Maggiore a “Monumento Nazionale”, l’Arciconfraternita S. Maria Maggiore ha voluto celebrare adeguatamente l’evento dando incarico all’artista di realizzare una vetrata artistica che coniugasse la fede con la plurisecolare devozione del popolo ispicese, ed al tempo stesso rendesse onore al valore dell’arte che ha elevato la Basilica agli onori di Stato nel 1908.

Francesco Mori, pittore, incisore, calligrafo e miniatore, docente di storia dell’arte, disegno, pittura in Toscana e Liguria, è autore di diverse opere in Italia e nel mondo: nel 2006 ha riprodotto la celebre vetrata realizzata da Duccio di Buoninsegna per l’oculo absidale della cattedrale di Siena nel 1288; copia che ha sostituito l’originale ora musealizzato, nonché nel 2007 le vetrate della Cattedrale di Noto per conto della commissione incaricata della ricostruzione del Duomo di Noto. Nel 2017 ha vinto il concorso internazionale bandito dall’Opera Primaziale pisana per la realizzazione di quattro nuove vetrate nel battistero della cattedrale raffiguranti: san Ranieri, san Giovanni Paolo II, san Paolo VI e il Beato Giuseppe Toniolo.

L’artista sarà presente ad Ispica nei prossimi giorni per partecipare all’inaugurazione. L’Arte della vetrata artistica vanta una tradizione plurisecolare, e sempre attuale, grazie soprattutto alla sua capacità di adeguarsi allo stile contemporaneo e alla versatilità del suo impiego in ambito architettonico e decorativo. Il Progetto è stato realizzato con gli sforzi onerosi di alcune famiglie e l’apporto di maestranze locali che hanno da subito dato la propria disponibilità per la lodevole iniziativa, e con la preziosa collaborazione ed altissima professionalità degli Architetti Teresa La Rosa e Salvatore Tringali, ai
quali l’Arciconfraternita esprime profonda gratitudine a nome di tutta la Comunità Parrocchiale.