Attualità Palermo

Dehors, a mezzanotte a Palermo si smontano!

Obbligo di togliere tutto anche se ci sono clienti seduti

Palermo - A mezzanotte, proprio come cenerentola, si torna a casa. I dehors di Palermo devono essere smontati tassativamente a quell'ora, anche se ci sono clienti al tavolo: niente sedie e ombrelloni invasivi lungo il percorso arabo-normanno, stop alla musica e stop ai piccoli locali che all'aperto occupano grandi aree con sedie e ombrelloni. Sono queste le principali modifiche al regolamento per la concessione del suolo pubblico a bar e ristoranti, che a breve dovrebbero approdare in consiglio comunale.

Se le premesse saranno rispettate, il nuovo regolamento dovrebbe cambiare parecchie cose del modo in cui oggi le attività di ristoro usano sedie, tavoli e ombrelloni all’aria aperta.
La prima novità che salta all’occhio è che i dehors andranno smontati tassativamente a mezzanotte, garantendo così il riposo dei residenti: non sarà sufficiente interrompere il servizio, ma bisognerà proprio togliere tutto imponendo ai clienti di alzarsi.

Fatte salve le concessioni in essere, non saranno autorizzate nuove occupazioni su sede stradale in centro, ossia nel perimetro delimitato da via Roma, via Amari, Politeama, piazza Sturzo, piazza Nascè, via Carini, via Calvi, piazza Croci, via La Farina, via Sammartino, via Principe di Villafranca, piazza sant’Oliva. Divieto assoluto di nuove concessioni su strada anche in via Maqueda, via Roma, corso Vittorio Emanuele e via Ruggiero Settimo. Capitolo a parte va fatto per il percorso Unesco: qui si valuterà di volta in volta, a patto che i dehors non siano troppo invasivi e che non si usino fioriere, pedane e pannelli.

Mano pesante con i piccoli locali che compensano i pochi metri quadrati occupando, all’esterno, grandi aree. Fatto salvo l’esistente, tutelato fino a scadenza, l’occupazione di suolo pubblico non potrà essere superiore alla metà (e non più al doppio) dell’ambiente interno destinato alla somministrazione, e comunque entro i 36 metri quadrati; chi ha un ambiente interno inferiore ai 20 metri quadrati, potrà averne comunque fino a 12 in esterno. Resta inteso che nelle zone pedonalizzate l’area sarà inferiore ai 50 metri quadrati, a eccezione dei grandi locali (più di 200 metri quadrati) che potranno averne all’esterno fino a 100. Chioschi fissi e gelaterie potranno avere dehors grandi fino a 12 metri quadrati.
Niente tende solari dove c’è un marciapiede pedonale, niente tettoie o ombrelloni chiusi con teloni di plastica.

https://www.ragusanews.com//immagini_banner/1543747182-3-nifosi.jpg