Appuntamenti Pozzallo

Viaggio a Cartagine, si presenta il libro di Carlo Ruta e Francesco Tiboni

2 agosto

Pozzallo - In viaggio nel Mediterraneo alla scoperta di antiche civiltà. Fermandosi per una “sosta” virtuale in uno dei luoghi cardine della storia antica. Carlo Ruta e Francesco Tiboni questa volta sono giunti a Cartagine, ovvero Καρχηδ?ν, o  ????? o Kartajen. Insomma, uno dei siti in cui si condensarono le civiltà del Mare Nostrum. Il volume “Viaggio a Cartagine, lungo le rotte di una civiltà, tra scoperte, culture materiali e miti” (pubblicato dalle Edizioni Storia e Studi Sociali) va indietro nel tempo e avanti tra le civiltà, raccontando il nord dell’Africa e il sud dell’Europa, ancora non nata; le tecniche di navigazione ereditate dai fenici, la cultura greca, le influenze romane. Giovedì 2 agosto, alle 21,15 nello spazio di fronte alla Libreria Parnaso (corso Vittorio Veneto 125, a Pozzallo) uno dei due autori, Carlo Ruta, discuterà del volume con Massimo Cultraro, docente di Archeologia Egea all’Università di Palermo; e Giovanni Di Stefano, direttore del Polo regionale per i siti culturali di Ragusa. Introduce Amalia Trovato, della libreria Parnaso.

Ancora un viaggio lungo il Mediterraneo antico, attraverso un dialogo serrato, partendo stavolta dall'Oriente, dalla terra di Canaan, dove i due autori «sostano» un po', alla ricerca dei caratteri del mondo fenicio, per approdare infine a Cartagine, che espande e arricchisce quella civiltà in Occidente. La città nordafricana gode di un'agricoltura florida e di un ricco artigianato ma è dotata, soprattutto, di uno straordinario estro marinaro e mercantile. Cartagine è uno dei fondamenti del mondo antico, ma guarda all’oggi senza rinunciare alla sua storia millenaria, anche per l’eredità fenicia che le ha permesso di sviluppare e approfondire precise tecniche navali. Snodo commerciale delle rotte del Mediterraneo, a pochissima distanza dalla capitale Tunisi, si proietta oltre le Colonne d'Ercole, ma nello stesso tempo avvia un colloquio produttivo con l'Africa più profonda. Per ampliare ulteriormente i propri scambi, punta, dall'Atlantico, lungo le rotte dei metalli, verso le coste della Bretagna, e forse si porterà anche oltre.
Info: 338.3958441 | 0932.955176

https://www.ragusanews.com//immagini_banner/1534503216-3-despar.gif