Attualità Pantelleria

I coralli del mediterraneo mangiano meduse. A Pantelleria

Questo corallo appartiene a una specie chiamata Astroides calycularis, nota come Madrepora arancione.

Pantelleria - La scoperta potrebbe essere rivoluzionaria: i coralli arancioni del Mediterraneo sono i killer naturali delle meduse. Quando si avvicinano alle pareti delle scogliere le catturano e iniettano un veleno, sbranandole. Si è scoperto, inoltre, che riescono a comunicare fra di loro. Il fenomeno è stato notato a Pantelleria, la meravigliosa isola del Mediterraneo i cui mari (ahimè), sempre più caldi, sono infestati di meduse. Proprio come il resto delle acque italiane. La scoperta è stata annunciata sulla rivista Ecology, dai biologi marini della Stazione Zoologica Anton Dohrn di Napoli, Consiglio Nazionale delle Ricerche (Cnr) e le università di Bologna e Edimburgo.

Questi piccoli polipi dei coralli, piuttosto antichi da un punto di vista evolutivo, sembrano a loro modo cooperare nella caccia. Un comportamento di solito osservato in esseri sociali più evoluti. Questo corallo appartiene a una specie chiamata Astroides calycularis, nota come Madrepora arancione, capace di formare colonie composte da numerosi polipi.

Il suo comportamento predatorio è stato scoperto per caso, mentre Musco e Tomás Vega Fernández (della Stazione Zoologica e del Cnr) si erano immersi a Pantelleria per studiare questi coralli che, come le barriere coralline di tutto il mondo, sono minacciati dai cambiamenti climatici. Immersi nelle acque cristalline, hanno notato come i coralli divoravano banchi di meduse.
Il fenomeno è stato confermato anche al largo di altre isole siciliane, come Marettimo e Favignana.