Cronaca Santa Croce Camerina

Francesco e Mirko, e un destino inaccettabile

Francesco Arrabito e Mirko Sokmani, due vite spezzate in un incidente in moto

Santa Croce Camerina - "Nessuno parla, abbiamo il sangue gelato, non riusciamo a credere e a pronunciare. Siamo attoniti". Stamani nessuno aveva voglia di parlare a Punta Secca. Agosto, il mare, i turisti, il caldo e gli acquazzoni. Fino a ieri il tema delle discussioni era questo. Oggi, in una stagione che per sua natura richiama alla spensieratezza, si parla del lutto, quello di tutta la comunità. 

Francesco Arrabito e Mirko Sokmani, santacrocesi, di origini tunisine il secondo, stavano rincasando dopo una sera di lavoro ai tavoli, nei locali pubblici dove prestavano servizio come camerieri. Appena un chilometro fuori dalla borgata, in pieno rettilineo, un camion parcheggiato in mezzo alla strada, l’impatto devastante. Francesco, alla guida dello scooter 125, non ha avuto scampo. Il suo amico Mirko nell'impatto è stato sbalzato sull’asfalto. 

Sono morti sul colpo. Lavoravano a Punta Secca: Francesco, da tre anni, era un valido cameriere al ristorante Rosengarten. L’altro, Mirko, di papà tunisino e mamma santacrocese, era in prova da un paio di giorni alla pizzeria L’Isola, pochi metri da piazza della Concordia. Erano soliti ritrovarsi la sera, dopo il lavoro, per bere una birretta assieme agli amici.

Martedì notte Francesco si era allontanato in direzione Marina di Ragusa. Mirko lo aveva chiamato per chiedergli "uno strappo" per tornare a casa. Francesco, da Marina, ha fatto rientro a Punta Secca. Ha atteso un attimo, non ha trovato l’amico e lo ha richiamato da un altro cellulare perché non aveva credito: erano le 4.32 del mattino, troppo presto perchè la luce dell'alba rendesse visibile un camion sulla strada. I due si incontrano, partono alla volta di Santa Croce. Assieme a loro, ma su un altro scooter, c’è Christian, altro cameriere del Rosengarten. Il battistrada, quello che evita l’impatto, e ne esce incolume.  Francesco e Mirko non hanno visto il camion parcheggiato, vi hanno impattato frontalmente. 

Il mezzo, carico di plastica delle serre, è stato sequestrato. 

https://www.ragusanews.com//immagini_banner/1543747182-3-nifosi.jpg