Attualità Trasporti

Piloti Ryanair di nuovo in sciopero: cancellati 400 voli in tutta Europa

Il personale chiede condizioni di lavoro migliori.

Sarebbero circa 400 i voli cancellati e i conseguenti disagi per decine di migliaia di passeggeri che avrebbero dovuto prendere un volo Ryanair e invece si ritrovano a fare i conti con lo sciopero nel pieno delle vacanze estive. Sarebbe questo il bilancio del nuovo sciopero europeo dei piloti di Ryanair che, a poche settimane di distanza dallo stop del 25 luglio che ha coinvolto diversi paesi tra cui l’Italia, sono tornati ad incrociare le braccia per chiedere aumenti di stipendio e migliori condizioni di lavoro ad una compagnia che solo dal dicembre scorso, dopo essersi rifiutata per 30 anni, ha accettato di riconoscere i sindacati. Una situazione paradossale, che sembra destinata solo a peggiorare.

Lo sciopero ha interessato per 24 ore Germania, Belgio, Svezia e Irlanda, dove la compagnia ha cancellato 400 voli. La Germania è stata il paese più colpito, con 250 voli a terra e circa 55 mila passeggeri coinvolti. I passeggeri erano comunque avvertiti da giorni. Qualche ripercussione si è avuta anche sugli scali italiani, con cancellazioni nelle basi della low cost: 5 voli sono rimasti a terra a Ciampino su 44 partenze programmate dal vettore irlandese, altri 14 voli cancellati (per Bruxelles, Dusseldorf e Berlino) a Orio al Serio.

Ai consumatori il Codacons ricorda che i passeggeri hanno diritto per legge non solo al rimborso del biglietto, ma anche alla compensazione pecuniaria che comunque non può superare i 600 euro. Ryanair, oltre a biasimare lo sciopero, ha annunciato di aver riprogrammato la maggior parte dei voli.

https://www.ragusanews.com//immagini_banner/1543747182-3-nifosi.jpg