Attualità Gela

Un altare per le navi nei fondali di Gela

Il reperto è stato preso in custodia dalla Sovrintendenza del Mare

Gela - Un Louterion di marmo del VI secolo avanti Cristo, ovvero un piccolo altare di bordo che serviva ai naviganti per i riti da dedicare agli dei, è stato rinvenuto nella zona di mare di contrada Bulala a Gela, nei cui fondali sabbiosi anni fa è stata scoperta e recuperata una nave arcaica in buono stato di conservazione.

L'importante reperto archeologico del diametro di circa un metro è stato scoperto (con altri 9 vasi di terracotta, acromi, dello stesso periodo del Louterion) dal sub Francesco Cassarino, autore di molti altri ritrovamenti tra cui quello di decine di preziosi lingotti di oricalco e di un elmo corinzio. I reperti sono stati presi in custodia dalla Sovrintendenza del Mare, dopo il restauro saranno affidati al museo di Gela.

https://www.ragusanews.com//immagini_banner/1543747182-3-nifosi.jpg