Attualità Ragusa

Fondi ex Insicem Santocono (Cna): Piazza riveda delibera

Se la gestione andra' alla Sac, i soldi dei fondi ex Insicem andranno alla societa' catanese.

Ragusa - La scelta del Commissario straordinario del Libero Consorzio Comunale di Ragusa Salvatore Piazza di deliberare la convenzione col comune di Comiso, ente capofila, per assegnare 1,6 milioni di euro dei fondi ex Insicem per favorire gli incrementi turistici grazie all'aeroporto di Comiso incassa un altro "no". Prima i direttivi dei movimenti politici "Partecipiamo" di Giovanni Iacono e Liberi Cittadini di Ragusa, ora il presidente provinciale della Cna, Giuseppe Santocono che non va tanto per il sottile e chiede al Commissario Piazza di revocare quella delibera-convenzione.

"Mi piace andare controcorrente - dice Santocono - quando nel territorio e nei suoi rappresentanti istituzionali c'e' una disarmante omologazione. Continuare a dare 1,6 milioni di euro dei fondi ex Insicem alla Soaco, che equivale a dire alla Sac di Catania, significa 'tradire' le legittime aspirazioni del territorio e del suo sviluppo e tradire la ratio e lo spirito della legge dei fondi ex Insicem che prevedeva un ristoro per la provincia di Ragusa che aveva subito il danno ambientale dell'ex Azasi. Qui bisogna decidersi: Soaco non e' piu in condizione di gestire l'aeroporto sul piano finanziario, non a caso ha fatto il bando per l'affitto del ramo d'azienda. Se allora la gestione andra' alla Sac, i soldi dei fondi ex Insicem andranno alla societa' catanese. Ma vi rendete conto? E con questo scenario nessuno che dissente? I soldi dei fondi ex Insicem non possono essre dispersi cosi. Invito il Commissario Piazza a revocare quella delibera perché si stanno spendendo soldi inutilmente per una struttura che stenta a decollare. Faccio una domanda retorica: un privato investirebbe in quest'infrastruttura ? Non è collegata con strade che possono definirsi tali né esiste la ferrovia. Non c'è il cargo e manco c'è voglia di farlo partire. Una struttura nata monca e nel pieno della crisi che ha travolto un pezzo dell'economia locale. Nata male, finirà peggio. I bilanci della Soaco tra l'altro parlano chiaramente. E allora i fondi ex Insicem siano destinati all'infrastrutturazione del territorio e il Commissario ha il dovere di sentire le parti sociali di questa provincia".