Attualità Ricetta

Scaccia con il pomodoro e le melanzane, o focaccia

Scaccia con il pomodoro e le melanzane si ottiene stendendo una sfoglia lievitata, condita e costituita da due o più strati, ripiegata su se stessa più volte

La scaccia o faccia con il pomodoro e le melanzane è una delle varianti della classica scaccia al pomodoro ragusana, un prodotto da forno tipico della tradizione gastronomica popolare degli Iblei. Ne esistono diverse versioni, a partire dall’impasto, dalla forma e dal condimento.

Ogni famiglia ne custodisce gelosamente la propria ricetta, c’è la versione Ragusana, quella Modicana ed infine quella Sciclitana. Gli ingredienti principali di base sono: il grano duro, l'acqua, l'olio e il sale. Poi c’è chi unisce all'impasto il bicarbonato e il succo del limone al posto del lievito, chi utilizza il lievito, chi utilizza l’uovo e chi ancora utilizza lo strutto - che è, come noto, un grasso animale-.

All'interno della stessa provincia di Ragusa esistono delle differenze nella ricetta che variano da paese a paese.

La scaccia si ottiene stendendo una sfoglia lievitata, condita e costituita da due o più strati, che viene ripiegata su se stessa più volte e richiusa da un bordino, milu o rieficu, nella versione sciclitana. Una sorta di bordino a forma di treccia o a forma elicoidale, che ricorda lontanamente un ricamo siciliano. Questo serve per chiudere la sfoglia e di impedire che ne fuoriesca il condimento durante la cottura.

A Modica, ad esempio, si utilizzano molto le scacce condite con la cipolla e la ricotta, quelle con il prezzemolo e le acciughe e quelle con il pomodoro, il formaggio e le foglie di basilico. Queste hanno una forma rettangolare e si ottengono ripiegando la sfoglia più volte su se stessa, intervallata a strati dal condimento.

Molto conosciuta e apprezzata è anche la scaccia con la ricotta e la salsiccia, dove la salsiccia viene privata del budello esterno e combinata con la ricotta; poi esiste la versione ricotta e fave, ricotta e prezzemolo.

La scaccia con il ripieno di verdure prende il nome di Pastizzu, e viene consumata prevalentemente durante il periodo Natalizio; il suo ripieno può essere di bietole, spinaci, broccoli e capuliatu, il pomodoro essiccato al sole e poi successivamente tritato.  Mentre la scaccia a forma circolare, che ricorda una torta salata, ripiena prende il nome di impanata: prevalentemente è a base di carne di agnello e si usa prepararla per Pasqua. Questa è formata dai due dischi di pasta, uno che deve fuoriuscire di qualche centimetro dalla forma della sfoglia superiore in modo da contenere la carne di agnello e i suoi condimenti; l’altro disco di pasta, più piccolo, che farà da coperchio, entrambi unti da un bordino, u rieficu.

https://www.ragusanews.com//immagini_banner/1538400214-3-ecodep.gif

Non mancano anche qui le varianti.

Esistono le scacce nturciuniati (contorte), quelle a ferro di cavallo, a mezzaluna e quelle a forma rettangolare rigirate più volte. Possiamo perciò affermare che la scaccia ha delle varianti geografiche a secondo da dove viene preparata. Anticamente le scacce venivano consumate prevalentemente dai contadini ed il loro ripieno era dato dalla stagionalità delle verdure.

Oggi, grazie alla loro popolarità, sono diventate il simbolo della provincia di Ragusa anche se forse l’invenzione si deve al modicano. E ancora oggi Ragusa e Modica si contendono il merito dell’origine di questo piatto, ma senza alcun risultato.

Si posso trovare in tutte le rosticcerie e i panifici dei paesi Iblei durante tutto l'anno.

Molto conosciuta ed apprezzata è la scaccia con il pomodoro e le melanzane che io oggi voglio proporvi.

Una scaccia a base di salsa di pomodoro fresco, foglie di basilico e melanzane tagliate a striscioline sottili e poi fritte nell'olio di oliva.

La preparazione, a differenza di quanto si possa pensare della scaccia con il pomodoro e la melanzana, non è per niente difficile. Una volta che avrete acquisito dimestichezza con la stesura della sfoglia sarà un gioco da ragazzi.

Per preparare le scacce vi consiglio di partire dall'impasto, e, intanto che lievita, preparate una buona salsa di pomodoro. Per la scelta delle melanzane vi consiglio di sceglierne una qualità senza semi e di metterle prima di friggerle a bagno, una volta affettate, con acqua e sale grosso per almeno un'ora.

Poi asciugatele per bene e friggetele in abbondante olio di oliva.

Vediamo come procedere. 

https://blog.giallozafferano.it/fantasiaincucina/ricetta-scacce-con-il-pomodoro-e-le-melenzane/