Cronaca Ispica

Marza, poliziotto libero da servizio salva padre e figlia

La corrente stava portando il papà e la piccola al largo

Ispica - È accaduto la scorsa settimana lungo il km9 di Marina di Marza, dove Davide Triberio, giovane rosolinese, poliziotto penitenziario presso il Comando di Roma, libero dal servizio, ha salvato un padre e la figlia che stavano annegando nella spiaggia del litorale. 

La tragedia si stava consumando quando una bambina, insieme al padre, si sono avvicinati ai massi dei frangiflutti, installati da qualche anno per fronteggiare il fenomeno di erosione, quando hanno rischiato di essere risucchiati da un vortice creatosi a seguito delle correnti ondose causate dal mare mosso.

La scena è stata seguita dal poliziotto che, allertato dalle urla dei due, immediatamente è intervenuto per salvarli.

Il padre, tuffatosi per salvare la figlia, era entrato in difficoltà annaspando pure lui per cercare un punto d’appoggio, ma è stato provvidenzialmente afferrato dal poliziotto che lo ha invitato ad afferrare a sua volta la figlia. L'agente li ha trascinati, con molta fatica, salvi e integri fino al bagnasciuga.