Attualità Marina di Ragusa

Con l'asta delle opere, chiude la settima edizione del #met2b urban art

“A testa in su!” dei giovani artisti Gioia Corrado Salvatore, Di Paola Valeria e Gioja Federica ad aggiudicarsi il riconoscimento più importante

Ragusa - La cornice di pubblico e di curiosi accorsi ieri pomeriggio al Met di Marina di Ragusa per la consueta asta delle opere ha sancito l’ennesimo successo per #met2b - Urban Art Meeting ormai giunto alla sua settima edizione. La manifestazione che ogni estate colora e abbellisce una delle pareti del famoso locale della frazione balneare ha fatto segnare un’altra grande pagina di arte e divertimento. Le 40 opere realizzate da altrettanti artisti e creativi sono state battute all’asta ieri pomeriggio dopo l’attesa proclamazione dei vincitori. È stata l’opera “A testa in su!” dei giovani artisti Gioia Corrado Salvatore, Di Paola Valeria e Gioja Federica ad aggiudicarsi il riconoscimento più importante ed il premio in denaro di 500€. L’opera vincitrice pone l’attenzione sulla realtà digitale che ci circonda. “In un contesto facilmente esperibile da tutti noi, vediamo persone chine sul proprio telefono, intente a rimanere connesse in un tempo e in uno spazio che non è quello nel quale sono, emerge un bambino simbolo di speranza, che non emula lo stile di vita degli adulti e privo di surrogato tecnologico vive il momento”.

E’ stato il presidente di giuria, il maestro scultore Carmelo Candiano di Scicli, a consegnare il premio per l’opera che ha ottenuto il primo posto ma ha voluto simbolicamente anche ringraziare e premiare tutti gli artisti che hanno partecipato e offerto un alto livello creativo. La giuria, presieduta appunto da Candiano, era composta da Elisa Muccio e Danilo Dimartino di DEstudio, Thomas Battaglia del Met, Vincenzo Cascone di Extepora, Michelangelo Barbagallo e Carmelo Saccone di Medialive, e ha voluto premiare con una menzione speciale anche le opere “Sol 6/12” di Adamo Liliana, Buccheri Raffaello e Adamo Francesca; “Amore, gelosia….vendetta” dell’artista Criscione Valentina; “Dna a bassa riusoluzione” di Iurato Maria Alejandra, Iurato Alessia e Iurato Marco; “Ma chi minchia è stu picsel” di Meli Irene ed “Il…Bird…È” di Mother and Daughter. Premiata infine, con il premio social, anche l’opera che ha ottenuto più like all’interno della pagina facebook del Met. A trionfare, con oltre ottocento mi piace e un premio di 300 euro, è stata l’opera “La fiamma dell’amicizia” realizzata dall’Associazione Federico Nasello.

La manifestazione, curata dai direttori artistici Elisa Muccio e Danilo Dimartino e promossa da Thomas Battaglia del Met, quest’anno ha voluto porre l’attenzione sul mondo odierno pieno di schermi e pixel ed ha invitato gli artisti ad esprimere la propria arte e il proprio messaggio rappresentando un singolo pixel simbolo del vero di questa realtà che troppo spesso vediamo filtrata e alterata per tornare ad una visione reale e del reale. I pixel, idealizzati in cubi di legno vuoti al loro interno, sono stati occasione prima della grande giornata di arte durante l’estemporanea in programma il 29 luglio scorso, successivamente sono diventati vere e proprie istallazioni artistiche ed esposti nella facciata del Met di Piazza Torre ed infine ieri sono state battute all’asta. Battitore d’eccellenza per questa edizione di #met2b 2018 l’attore ragusano Massimo Leggio che con la sua ironia pungente e travolgente ha saputo coinvolgere tutto il numeroso pubblico accorso nell’ampia terrazza del Met a Marina di Ragusa. Un coloratissimo successo che ogni anno è possibile raggiungere grazie al lavoro in sinergia delle varie realtà coinvolte, all’inventiva degli artisti e all’appoggio fondamentale dei numerosi sponsor privati. Sostenitori dell’edizione 2018 sono stati RePack, Il Legno, Iperbagno, Sittinieri Legnami, Edilgroup, Latterie Riunite, Banca Agricola Popolare di Ragusa, Despar, L.T. Noleggi, Euro Metal ed Elledue. Per maggiori informazioni visitare il sito www.metsicilia.it o la pagina facebook www.facebook.com/metsicilia.