Appuntamenti Ragusa

Domani alle 18.30 la solenne processione di San Giovanni

Ragusa rende omaggio al suo patrono

Ragusa - La solenne processione del simulacro di San Giovanni Battista rappresenta il momento culminante dei festeggiamenti in onore del patrono. La fede e la devozione dei ragusani si manifesta nella lunga teorie di torce che precedono il simulacro del patrono. È il sentimento religioso che esplode e che assume i contorni ora dell'implorazione, ora del ringraziamento. Il ritorno del simulacro di San Giovanni da Ibla alla cattedrale (che avverrà nel pomeriggio con partenza della processione dal duomo alle 18) sarà il preludio a quanto avverrà domani tra le strade del centro storico.

Il programma e la processione. La processione con i ceri votivi (come ogni anno viene caldamente raccomandato di usare ceri bianchi per evitare un eccessivo gocciolamento della cera) avrà inizio alle 18.30. Aprirà il corteo l'Arca Santa e, dopo i ceri dei fedeli, uscirà dalla cattedrale il simulacro di San Giovanni Battista, seguito dal vescovo, monsignor Carmelo Cuttitta, dalle autorità, dal capitolo della cattedrale, dal clero e dai religiosi e le religiose. La processione, quest'anno, arriverà sino alla via Mariannina Schininà per poi ridiscendere e far ritorno in cattedrale toccando corso Italia, via Mario Leggio, corso Vittorio Veneto, via Mariannina Schininà, corso Italia, via Garibaldi, via Ecce Homo, via Mario Leggio, via Luciano Nicastro, via Roma, via Hodierna, via Rapisardi, corso Vittorio Veneto, piazza San Giovanni, corso Italia. Al rientro, previsto il tradizionale saluto del vescovo e lo spettacolo pirotecnico sul sagrato della cattedrale. In serata, alle 22, in piazza San Giovanni, concerto dell'orchestra di fiati ''San Giorgio Città di Ragusa'', diretta dal maestro Giacomo Antonio Palermo e, alle 24, la chiusura con lo spettacolo di fuochi pirotecnici sul ponte San Vito, eseguiti dalla ditta Chiarenza di Belpasso.

Le sante messe e le misure di sicurezza in cattedrale. In cattedrale le sante messe saranno una ogni ora dalle 7 alle 11 (quest'ultima sarà presieduta dal vescovo e animata dalla corale della cattedrale diretta da Rita La Terra con all'organo il maestro Giovanni Arestia), alle 12.15, alle 17.30 e alle 22.30. Su disposizione della Questura, saranno adottate delle precise misure di sicurezza. In particolare, l'accesso in cattedrale sarà possibile solo attraverso le porte poste sul sagrato, mentre gli accessi di corso Italia e corso Vittorio Veneto saranno utilizzabili solo per uscire dalla cattedrale.

Gli eventi collaterali. Anche nel giorno della solennità del martirio di San Giovanni Battista, sarà possibile visitare, con orario continuato sino alle 23, le quattro mostre allestite al polo culturale di Palazzo Garofalo. Si tratta della collettiva di pittura ''Artisti iblei per San Giovanni'', della rassegna fotografica ''Outsider'', della mostra di string art e materiale di riciclo e dell'esposizione delle icone orientali ''Lo sguardo infinito''. Un'offerta culturale che in questa settimana ha ottenuto un grande successo di critica e di pubblico e che sarà possibile apprezzare sino al 2 settembre.