Attualità Ragusa

Interventi sulla pista ciclabile di Marina, Comune partecipa a bando

Il Comune di Ragusa partecipa all'avviso pubblico di manifestazione di interesse dell'Assessorato regionale delle infrastrutture e mobilità che con decreto n. 2020 del 18 luglio scorso ha assegnato alla provincia di Ragusa la somma di €55.038,26 come quo

Marina di Ragusa - Il Comune di Ragusa partecipa all'avviso pubblico di manifestazione di interesse dell'Assessorato regionale delle infrastrutture e mobilità che con decreto n. 2020 del 18 luglio scorso  ha assegnato alla provincia di Ragusa la somma di €55.038,26 come quota di partecipazione finanziaria per la realizzazione del programma nazionale di interventi per la messa in sicureza della circolazione ciclistica cittadina dei comuni con popolazione superiore e 20.000 abitanti o dei comuni capoiluogo.

Per questo motivo il Settore V – Programmazione opere pubbliche con propria determina dirigenziale n. 215 del 22 agosto scorso ha approvato lo studio di fattibilità tecnico-economica dell'intervento dell'importo complessivo di € 53.038,26 per la messa in sicurezza dela circolazione ciclistica cittadina della pista ciclopedonale di via Bisani a Marina di Ragusa.  Con lo stesso provvedimewnto sono stati altresì nominati progettista e direttore dei lavori rispettivamente il geom. Salvatore Massimilano Cimino e Rup e verificatore dell'intervento il geom. Salvatore Chessari.

“Abbiamo deciso di partecipare  all'avviso pubblico di manifestazione di interesse della Regione Siciliana -  dichiara l'assessore ai lavori pubblici Giovanni Giuffrida -  trasmettendo alla stessa copia del progetto di fattibilità tecnico-economica e tutta la documentazione necessaria.  Gli inerventi che si intenderebbero realizzare nella pista clcopedonale di via Bisani a  Marina di Ragusa, riguardano principalmente la sistemazione delle intersezioni riservate ai veicoli, limitrofe alla pista ciclabile, di via Firenze e via Gallipoli, nonchè la realizzazioone, in diversi punti, di ringhiere di protezione dal lato della scogliera”.