Attualità Ragusa

La storia d'amore di due anziani a Ragusa

Lui ospite della casa di riposo Villa Maria a Ragusa

Ragusa - Hanno vissuto la loro vita matrimoniale nella Milano Bene, fino alla vecchiaia. Lui docente, di origine siciliana, lei meneghina. Un giorno la moglie decise di sottoporre a visita specialistica il marito, dopo che lo stesso dava segni di discontinuità nella comprensione e nei comportamenti. La diagnosi fu infausta quanto dolorosa: "Demenza senile". 

I parenti di lui decisero di trasferirlo nella casa di riposo Villa Maria, a Ragusa. "Quando arrivò nella nostra struttura -racconta Maria Pulichino- lui aveva 85 anni. Tradiva già i segni visibili di una demenza, curata molto bene sin dalle prime avvisaglie. Lei una donna ottantenne ancora innamorata del suo uomo, che per quarant'anni l'aveva resa felice. La compagna non accettò questa separazione forzata e decise di viaggiare, due volte al mese, da Milano verso Ragusa per stare accanto all'uomo che aveva sempre amato.

L'amore che ha espresso questa donna verso il suo compagno è stato veramente toccante. Lui quasi sempre la riconosceva e viveva uno stato di ebbrezza, di felicità ritrovata. Lo scambio di affettuosità, di gesti, di parole, di baci, di abbracci, davano a tutti la percezione di un rapporto bellissimo, mai finito. 
Quando la signora rientrava a malincuore a Milano, puntualmente arrivavano al professore cartoline bellissime con scritte le più belle dichiarazioni d'amore, un amore senza età e infinito.
Questo rapporto così forte, così invincibile ci ha insegnato come l'Amore possa essere la medicina più forte ed insostituibile nei rapporti umani.
Col passare del tempo le condizioni fisiche e psichiche del professore peggiorarono sino ad arrivare al decesso, a cui l'amata compagna non ha voluto assistere per ricordarlo sempre in forma, elegante, profumato ed amorevole".

L'estate volge al termine e come le stagioni anche i sentimenti a volte hanno una breve durata. Ma ci sono persone, e sentimenti, che superano, con la loro forza ed energia di amare, il tempo.