Economia Noto

Noto e Palazzolo collegate da un bus turistico

Nel periodo primaverile e estivo sarà attiva anche la fermata a Noto marina

Noto - A giorni sarà attivo il servizio di navetta turistica istituito dai due comuni barocchi per collegare il Noto e Palazzolo. Scopo dell’iniziativa è quello di migliorare i servizi offerti ai numerosi turisti presenti in questo periodo nel territorio che non possono usufruire di una linea di trasporto pubblica sospesa da anni.

“La convenzione – spiega il sindaco di Palazzolo Salvatore Gallo – è stata pensata ed elaborata insieme al sindaco di Noto Corrado Bonfanti e un’azienda di trasporti, nell’ottica dell’idea più volte manifestata di innescare una rete turistica con Noto che si conferma città turistica per eccellenza. Con questa convenzione diamo più forza all’impegno che stiamo mettendo per intercettare turisti che si trovano a pochi km da noi e portarli nei nostri ristoranti, nei B&B, nei nostri monumenti e far sì che portino un ricordo non solo di Palazzolo, ma di tutto il Val di Noto”.

La navetta effettuerà 2 corse andata e ritorno con fermate davanti l’ospedale e il centro storico. Nel periodo primaverile e estivo sarà attiva anche la fermata a Noto marina. “Il futuro di Palazzolo – spiegano gli assessori Maurizio Aiello e Riccardo Messina – è legato allo sviluppo del territorio circostante per cui siamo felici di aver chiuso un accordo con Noto che sarà raggiungibile facilmente e velocemente. E’ stata un’estate record per tutta la Sicilia e anche Palazzolo è sempre più visitata dai turisti. L’istituzione della navetta permetterà un aumento dei flussi turistici e di agganciare l’onda lunga del turismo culturale in abbinamento ad eventi come le feste dei Santi, l’infiorata di Noto o il carnevale, lavorando sull’incentivazione delle presenze”.

Soddisfatto per il risultato raggiunto anche il sindaco di Noto, Corrado Bonfanti, secondo cui l’istituzione del servizio navetta è frutto di un ragionamento politico che va al di la dei confini comunali. “Potenziare i collegamenti tra 2 città che sono già unite dal Barocco – ha detto Bonfanti – è un modo per fare squadra e portare benefici al territorio“. 

https://www.ragusanews.com//immagini_banner/1536936071-3-despar.gif