Attualità Bando

Trapani: un bando per la concessione del castello della Colombaia

Il termine per presentare le offerte scade il 2 gennaio 2019.

Trapani - Il Dipartimento dei Beni culturali e dell’Identità siciliana Polo regionale per i siti culturali di Trapani e Marsala della Regione Siciliana ha pubblicato un bando di gara a procedura aperta per la concessione di valorizzazione dell’immobile costiero di proprietà della Regione denominato “Colombaia – Castello di mare – Torre Peliade” sull’Isola della Colombaia a Trapani. La durata della concessione va da un minimo di 6 anni ad un massimo di 50. Non è prevista una base d’asta. Il termine per presentare le offerte scade il 2 gennaio 2019.

Nell’ottica di valorizzare il patrimonio pubblico tipico del paesaggio costiero potenziando l’offerta turistico-culturale e la messa in rete di siti di interesse storicoartistico e paesaggistico, migliorandone la fruizione pubblica, la Regione intende dare vita ad un circuito che consenta di sviluppare una forma di turismo sostenibile, legato alla cultura dell’ambiente costiero e del mare e rispettoso degli ecosistemi ambientali. L’accoglienza turistica è dunque intesa non solo come ricettività ma anche in relazione ad attività di natura socio-culturale aperte al pubblico, di scoperta del territorio e di promozione dei prodotto locali.

Inoltre, nell’ottica di favorire la conoscenza, la valorizzazione e la promozione dei territori e delle eccellenze locali e in considerazione delle indicazioni degli strumenti di pianificazione territoriale e urbana e di tutela vigenti, la Regione Siciliana ipotizza nel bando una gamma di nuove funzioni per il Castello della Colombaia in coerenza con i principi del progetto, ad es. Ospitalità e attività di tipo culturale (arte e spettacolo, didattica e formazione etc.); socio-ricreativo (tempo libero, attività ludiche, attività a favore di persone diversamente abili etc.); sport e benessere (diving, vela, pesca, ciclismo, trekking, yoga e meditazione etc.); eventi (incontri, moda, festival, concerti, matrimoni etc.); ricerca e didattica (centrostudi, osservazione della flora, della fauna e delle stelle etc.); ristorazione ed enogastronomia; scoperta del territorio (escursioni terrestri e marittime, visite guidate, coinvolgimento degli ospiti in attività e progetti di salvaguardia dell’habitat naturale e costiero etc.)