Attualità Ricetta siciliana

Pizza con la cipolla di Giarratana e pomodorini Pachino

Cipolla di Giarratana utilizzata a crudo, pomodorini a crudo e mozzarella, vaccina o di bufala

Come è noto ai più, la pizza è un prodotto gastronomico Napoletano, adottato dalla gastronomia Italiana di punta, famosissimo in Italia e nel mondo. Ottima da consumare sia a pranzo che a cena ma anche per uno spuntino, la pizza fatta in casa ha bisogno solo di pochi ingredienti, semplici e genuini.
Per ottenere una gustosa e soffice pizza fatta in casa non esiste la ricetta perfetta ma bastano tanti piccoli accorgimenti.
Una curiosità. Il nome “Pizza” potrebbe derivare dal termine “Pisa”, participio passato del verbo latino che significa schiacciare.

Esistono fondamentalmente tre tipologie di pizze: quella rotonda che solitamente si mangia in pizzeria, che si ottiene da un impasto di farina, acqua, sale, olio e lievito; quella rettangolare, che di solito viene venduta al taglio o che usualmente si prepara a casa, e che si consuma a tranci (tagli); e la pizza detta alla pala, che generalmente viene venduta a peso.

Per quanto riguarda i gusti, è difficilissimo redigere un elenco completo. Le pizze a noi piú note sono la Margherita, la Marinara, la Capricciosa, la Quattro Stagioni. Poi ci sono quelle regionali tipiche dei territori e degli ingredienti tipici di essi, quelle stagionali con le erbette e poi ci sono quelle con le farine speciali. Negli ultimi anni ci sono gli impasti integrali, ai grani antichi molto in voga e poi la versione gluteen free. La versione glutine free é realizzata con ingredienti adatti per chi soffre di celiachia ed é largamente diffusa giá da qualche anno.

Oggi vi daró qualche consiglio per fare una buona pizza a casa. Io ho scelto come ingredienti:
- 500 grammi di pasta per pizza
- cipolla di Giarratana
- pomodori (datterini o ciliegino)
- mozzarella
- olio
- sale
- origano.

La pizza fatta in casa si può fare con il levito madre. Una delle cose importanti oltre all’impasto, ovviamente, è la giusta lievitazione; affinché una pizza sia gustosa e digeribile deve raddoppiare il suo volume iniziale.

Consigli per una buona riuscita delle pizza fatta a casa:

- lievitazione lunga
- teglia dai bordi bassi:
- la cottura della pizza va fatta sul fondo del forno; se la cuocete in teglia ponetela al centro del forno e negli ultimi minuti di cottura alzate la teglia nel ripiano del grill.

https://www.ragusanews.com//immagini_banner/1538400214-3-ecodep.gif

Considerate che la pizza è ben lievita quando raddoppia il suo volume, io vi consiglio almeno di farla lievitare per tre o quattro ore.
Potete anche preparare l’impasto della vostra pizza al mattino e riporla in frigo se decidete di prepararla per la sera. Qui i consigli per un impasto facile

La ricetta della pizza di oggi prevede l’utilizzo della Cipolla di Giarratana (quella cipolla bianca, dal sapore dolciastro per la quale la cittadina di Giarratana è divenuta famosa) utilizzata a crudo, dei pomodorini a crudo e della mozzarella. Io ho utilizzato quella vaccina ma se preferite potete utilizzare quella di bufala. Il risultato é una pizza bianca e molto buona.

Ottima da preparare sia a pranzo che a cena; io la preparo in una teglia rotonda; larga quasi quanto il forno di casa, la dose basta per quattro persone.

La pasta per la pizza la faccio lievitare due volte. La prima volta, non appena la impasto e la lascio nella ciotola per almeno tre o quattro ore, successivamente la stendo con le mani sulla teglia da forno aiutandomi con le mani bagnate o unte di olio e la allargo e lascio lievitare per almeno un ora. Quando stendete la pasta sulla teglia, fate attenzione a farlo dal centro verso l’esterno con uno spessore di quattro centimetri, facendo attenzione a non schiacciare i bordi in modo da permettergli di crescere.

Quindi non appena la pizza sarà ben stesa,  affettate una cipolla di Giarratana molto sottilmente (potete anche utilizzare una grattugia) e la disponete sulla vostra pasta. Prendete i pomodorini, lavateli e divideteli a metá e disponeteli sulla pizza, conditela con abbondante olio; un pizzico di sale e una spolverate di origano. La mozzarella, nei tempi di cottura lunghi del forno di casa, vi consiglio di metterla a fine cottura. Mettete in forno giá caldo e cuocete per almeno trenta minuti, di cui gli ultimi cinque al grill.

Barbara Conti Foodblogger Fantasia in Cucina