Appuntamenti Pozzallo

Maria Attanasio presenta La ragazza di Marsiglia a Pozzallo

Il 20 settembre alla libreria Parnaso

Pozzallo - C'era una donna tra i Mille: si chiamava Rosalia Montmasson e seguì Garibaldi per amore. Non del condottiero, ma del marito, Francesco Crispi. Rosalia, oscura lavandaia dell'Alta savoia, conobbe il giovane e intraprendente rivoluzionario a Marsiglia. Si innamora e da quel momento ne condividerà vita, ardori, patriottismi. Ma quando lui, da mazziniano convinto, divenne monarchico per un preciso disegno di potere, Rosalia diventerà solo un impiccio. Da cancellare. La storia di Rosalia Montmasson ha intrigato una scrittrice siciliana che ama sbozzare personaggi dimenticati. Maria Attanasio ha recuperato Rosalia dall'oblio a cui la costrinse una precisa orchestrazione politica e la riconsegna alla sua figura di femminista ante litteram, fervente repubblicana e donna innamorata. "La ragazza di Marsiglia", pubblicato da pochi mesi da Sellerio, è un volume avvincente che parte da una foto sbiadita, la n.338 dell' Album dei Mille… e si srotola come un'inchiesta letteraria, tra cronache e documenti d'epoca, alla ricerca dell'anima femminile del processo che porterà all'Unità d'Italia.

Maria Attanasio parlerà de "La ragazza di Marsiglia" con Francesco Lucania, giovedì (20 settembre) alle 18, alla libreria Parnaso, corso Vittorio Veneto 125, a Pozzallo.
Introduce Amalia Trovato. Info: 0932.955176.

Maria Attanasio. Da preside del liceo classico della sua Caltagirone (dove è nata nel 1943 e dove vive tuttora), ha aperto una sezione di Liceo Linguistico; consigliere comunale del PCI, prima dirigente donna del Calatino e poi, da indipendente, ha continuato il suo impegno politico a Sinistra. Esordisce come poetessa, ha scritto e pubblicato saggi di storia e letteratura, e collaborato a riviste, oltre che con il quotidiano "La Sicilia". Nei suoi romanzi si mischiano storie realmente accadute e fantasia: Maria Attanasio fa muovere i personaggi realmente esistiti in azioni fantasiose, senza mai distorcere nulla della "storia", ma immergendoli in azioni metaforiche e di ribellione. Ha sempre pubblicato i suoi romanzi con Sellerio: "Correva l'anno 1698 e nella città avvenne un fatto memorabile" (1994); "Di Concetta e le sue donne" (1999) Premio Racalmare Leonardo Sciascia; "Il falsario di Caltagirone" ( 2007); "Il condominio di Via della Notte" ( 2013).

https://www.ragusanews.com//immagini_banner/1536936071-3-despar.gif