Attualità Enogastronomia

A Napoli, il pesce si gusta direttamente in pescheria. FOTO

Pescheria azzura, ai Quartieri Spagnoli

  • https://www.ragusanews.com/resizer/resize.php?url=https://www.ragusanews.com//immagini_articoli/10-09-2018/1536568151-1-napoli-pesce-gusta-direttamente-pescheria-foto.jpg&size=667x500c0
  • https://www.ragusanews.com/resizer/resize.php?url=https://www.ragusanews.com//immagini_articoli/10-09-2018/1536568151-2-napoli-pesce-gusta-direttamente-pescheria-foto.jpg&size=667x500c0
  • https://www.ragusanews.com/resizer/resize.php?url=https://www.ragusanews.com//immagini_articoli/10-09-2018/1536568152-3-napoli-pesce-gusta-direttamente-pescheria-foto.jpg&size=667x500c0
  • https://www.ragusanews.com/resizer/resize.php?url=https://www.ragusanews.com//immagini_articoli/10-09-2018/1536568152-4-napoli-pesce-gusta-direttamente-pescheria-foto.jpg&size=667x500c0
  • https://www.ragusanews.com//immagini_articoli/10-09-2018/napoli-pesce-gusta-direttamente-pescheria-foto-100.jpg
  • https://www.ragusanews.com//immagini_articoli/10-09-2018/1536568151-1-napoli-pesce-gusta-direttamente-pescheria-foto.jpg
  • https://www.ragusanews.com//immagini_articoli/10-09-2018/1536568151-2-napoli-pesce-gusta-direttamente-pescheria-foto.jpg
  • https://www.ragusanews.com//immagini_articoli/10-09-2018/1536568152-3-napoli-pesce-gusta-direttamente-pescheria-foto.jpg
  • https://www.ragusanews.com//immagini_articoli/10-09-2018/1536568152-4-napoli-pesce-gusta-direttamente-pescheria-foto.jpg

Napoli - Avete mai provato ad assaggiare direttamente il pesce in pescheria? Attenzione, però: non stiamo parlando semplicemente di una gastronomia, stiamo parlando proprio di una pescheria con una cucina annessa. A Napoli, la nostra ricerca del buono e dell’autentico ci ha portati una sera a cenare in un vicolo adiacente ai Quartieri Spagnoli, dove abbiamo trovato una pescheria aperta in cui veniva servita anche la cena. Nel ventre molle di Napoli, in via Portamedina, Pescheria Azzurra è il posto più autentico che ci si possa aspettare: motorini (con conducenti rigorosamente senza casco), che sfrecciano fra i tavolini, gente di passaggio di tutti i tipi e sua maestà il pesce, come mai l’avevamo assaggiato. Il personale, gentilissimo, è efficiente e rapido e il menù è alla carta e contiene alcune proposte molto semplici e appetitose.

Noi abbiamo deciso di assaggiare un po’ di specialità e qualche classico: pepata di cozze (perché se in un locale sanno fare la pepata di cozze è già un ottimo inizio), fritto misto, polpette di baccalà, zeppole e polpo alla luciana. I piatti vengono serviti quasi contemporaneamente e una cosa bisogna sottolinearla: la materia prima era quanto di più fresco ci si possa immaginare. Il polpo alla luciana, ad esempio, era morbido e saporito e l’intingolo era quanto di più verace ci si possa immaginare, con quel sughetto che spingeva a fare per forza la scarpetta. Ottimo anche il fritto misto: non troppo unto, decisamente croccante e molto variegato: gamberetti, totani, spiedino di calamaro, alici, una grandissima varietà in porzioni molto abbondanti.

Ma ciò che ci ha stupiti veramente sono state le polpette di baccalà. Una premessa: il baccalà non è un pesce semplice da cucinare. Se non è dissalato bene è un disastro e di solito, se non è fritto, sa di poco. Queste polpette erano grandi come palline da tennis e sono state il vero piatto sorpresa. Condite con pinoli e uva passa, sommerse da un delicato sugo con pomodorini interi, le polpette di pesce spada erano sublimi, qualcosa di veramente unico, mai sperimentato fin’ora. La consistenza era morbida ma il gusto era un perfetto agrodolce, dato dall’uva passa e dal pomodoro. Deliziose.
Il prezzo? Unico: 39.50, meno di 20 euro a testa. Ci siamo dal modestissimo tavolino felici e sazi come non mai. Un posto veramente speciale, una tappa obbligatoria per chi va a Napoli.
 

https://www.ragusanews.com//immagini_banner/1536936071-3-despar.gif