Appuntamenti Marzamemi

Pif al festival del cinema di frontiera a Marzamemi

Questa sera, 12 settembre

Marzamemi - Al via la XVIII edizione del Festival del Cinema di Frontiera di Marzamemi. Si accenderanno stasera le luci dei 4 schermi cinematografici che fino a sabato incanteranno il pubblico del borgo marinaro con 60 film, tra corti, lunghi e documentari, provenienti da tutto il mondo. Ben 10 le anteprime e due i concorsi: uno dedicato ai lungometraggi, “al vaglio” della giuria composta dal regista Moammed Soudani, dal regista e direttore della fotografia Daniele Ciprì e dal regista Roland Sejko, e l’altro riservato ai cortometraggi, “giudicati” dalla produttrice Linda Di Dio, da Giuseppe Gambina dell’Anec e dall’attrice Elit Iscan, madrina di questa XVIII edizione del Cinema di Frontiera.

Non solo film, ma anche i mestieri del cinema, al centro della kermesse che, nell’arco di 4 giorni accoglierà 50 ospiti tra registi, direttori della fotografia, produttori, poeti, scrittori, attori, giornalisti, cantautori e compositori, solo per citarne alcuni. Una “passerella” che sarà inaugurata stasera da Pif (Pierfrancesco Diliberto) l’attore, regista e autore che alle 19,15, nel cortile di Villadorata, parlerà di cinema e serialità per poi spostarsi, alle 21, su palco di quella piazza Regina Margherita che anche quest’anno, come d’incanto, si trasformerà nella sala cinematografica sotto le stelle più grande e più a Sud d’Europa. Ma tanti saranno gli artisti che si alterneranno nel corso dei 4 giorni di kermesse e nelle diverse location dislocate nel borgo marinaro. Solo alcuni: le attrici Donatella Finocchiaro e Lucia Sardo, i registi Paolo Sassanelli, Lili Nagy, Paquale Scimeca, la scrittrice Marinella Fiume e il poeta Cosimo Damiano Damato che, insieme con il cantautore Morgan, sabato prossimo, chiuderà la III edizione della Frontiera del libro con il recital “Poeti…versi, canzoni, follie, improvvisazioni e altre visioni”.

Anche quest’anno, infine, si rinsalda il legame tra cinema e arte e con una serie di mostre nel loggione della Tonnara, dove il pubblico della manifestazione potrà ammirare “Sebastiano Gesù. Le parole del cinema. Libri scritti e curati dallo storico e dal critico. Appunti per una mostra antologica”, da un’idea omaggio di Nello Correale, ideatore e direttore artistico del Festival internazionale del cinema di frontiera di Marzamemi, per ricordare il vicedirettore della kermesse, scomparso lo scorso 2 luglio. Stessa location anche per due mostre fotografiche: “Resilience mirror” di Salvo Alibrio e Sebastiana Dimartino; e “Its all about love” di Stefano Lotumolo, e per l’installazione temporanea di architettura “Frontiere che accolgono” di Mariaveronica Bordieri e Chiara Valzer.