Giudiziaria Catania

Parentopoli guide Etna, ci sarà una nuova udienza del Tar

Il Cga chiede al Tar di fissare un'udienza per esaminare il caso.

Catania - Il Cga ha rimandato nuovamente al Tar la decisione in merito alla presunta parentopoli circa il concorso per le nuove guide dell'Etna.  Ieri un'ordinanza del collegio presieduto dal giudice Rosanna De Nictolis e firmata da Maria Immordino ha rimesso in campo il ricorso presentato da cinque dei partecipanti non ammessi al concorso. Il Cga ha accolto la loro istanza, diversamente da quanto era accaduto in primo grado, quando il loro ricorso era stato respinto.

Il Cga chiede al Tar di fissare un'udienza per esaminare il caso. Intanto, però, i 19 vincitori delle contestatissime prove fisiche dello scorso 3 maggio, su cui la procura di Catania ha aperto un'inchiesta, sono già diventate guide. I ricorsi poggiano su alcune paventate anomalie nella rilevazione dei tempi e nell'applicazione dei regolamenti delle selezioni, cioè test di orientamento e prove di regolarità in salita e in discesa tenutesi nel bosco Ragabo, a Linguaglossa.