Economia Turismo in rosa

L'agriturismo in Sicilia è donna

E in tutto il Paese in sensibile aumento le aziende certificate Dop o Igp

Cambia, anche se lentamente, la fisionomia degli agriturismi. Secondo il rapporto Istat sulle aziende agrituristiche italiane, quelle gestite da donne registrato una maggiore crescita rispetto a quelli a conduzione maschile (+4%, contro il 2,9%), con un incremento soprattutto al Sud (+7,9%) grazie al +20,% della Sicilia ed al +16% della Calabria. Attualmente oltre un’azienda su tre è "rosa" (il 36,2%), con la maggior concentrazione in Toscana (il 39,2%).

Ma gli agriturismi si evolvono anche migliorando la qualità della propria produzione, con quelli certificati Dop e Igp che passano fra il 2011 ed il 2016 da 791 a 2.533 unità.

Allo stesso tempo, prosegue la tendenza a differenziare la tipologia delle attività agrituristiche offerte: «8.225 aziende svolgono sia alloggio sia ristorazione, 10.757 offrono oltre all'alloggio altre attività agrituristiche e 1.987 propongono tutte le quattro tipologie agrituristiche (alloggio, ristorazione, degustazione e altre attività)», si legge nel rapporto dell’Istat.