Cronaca Meteo

E' in arrivo un ciclone di portata storica nel Mediterraneo

Tra il 28 e il 29 settembre

Il tratto di mare tra il Mar Ionio e il Mar Egeo fino al Mar libico è più caldo della norma con valori 8°C superiori alla media di questo periodo.
Complici le infiltrazioni di aria fresca che giungono da nord-est a tutte le quote, a seguito dei contrasti con la superficie del mare caldissima, è attesa la formazione di una struttura ciclonica di particolare violenza che nella giornata di venerdì 28 Settembre e Sabato 29 assumerà caratteristiche di uragano vero e proprio; sebbene i cicloni mediterranei in formazione tra il Mar Ionio e il Mar Egeo spesso anche sfiorando la Calabria e la Sicilia in passato abbiano già più volte raggiunto delle caratteristiche paragonabili ad una tempesta tropicale, questa volta siamo di fronte realmente e per la prima volta ad un uragano di categoria 1 o 2, con venti oltre i 160km/h: esso assumerà caratteristiche ancor più vistose con la presenza di un occhio ben visibile e attorno al quale i corpi nuvolosi ruoteranno in senso antiorario apportando precipitazioni di entità eccezionale.

Come spesso accade quando si cerca di prevedere questo tipo di fenomeni estremi, la traiettoria risulta spesso imprevedibile, tuttavia allo stato attuale sembra che il primo vero Uragano della Storia del mediteranno possa lambire la Sicilia e la Calabria, per poi dirigersi verso la Grecia e l’isola di Creta, dove potrebbe verificarsi un episodio di maltempo di inaudita ed inedita violenza per queste zone del Mediterraneo.

Il fenomeno è del tutto simile agli uragani americani

Forse è il primo vero uragano che si forma nel Mediterraneo. E infatti i metereologi lo hanno chiamato Medicane, che è la fusione dei nomi Mediterranean e Hurricane. Si tratta di un ciclone simil tropical che a fine estate può formarsi nel Mediterraneo e che prevede forti venti, mareggiate e burrasche che potranno interessare dalla sera del 27 settembre la Sicilia e la Calabria ioniche ma anche il basso Adriatico: in Sicilia e Calabria già da stasera - ma la fase più intensa è prevista a partire da domani, venerdì 28 settembre - si vedranno quindi mareggiate e venti forti che potranno soffiare fino a 100 o 150 chilometri orari, come capita con gli uragani più deboli, di tipo 1 (nei più violenti, gli uragani di tipo 5, arrivano a 250 chilometri orari).

https://www.ragusanews.com//immagini_banner/1543747182-3-nifosi.jpg