Lettere in redazione Ragusa

Marina di Ragusa, la musica assordante in condominio

Riceviamo e pubblichiamo

Ragusa -  Varie e vive rimostranze avverso il disturbo del riposo e della quiete notturna provocato dalla musica da discoteca, diffusa ad alto volume e fino ad almeno alle tre della scorsa notte all’interno di un locale ristorante, con un ampio cortile, all’interno di un complesso condominiale nel pieno del Lungomare Andrea Doria. Il ristorante ha addirittura reclamizzato l’evento musicale da discoteca sul social Facebook, tant’è che ieri sera era pieno di giovani e giovanissimi, i quali, nelle discoteche attrezzate, amano essere storditi dalla musica ad alto volume, Una sentenza del TAR Regione Marche (n. 662 del 3 luglio 2014) ha riaffermato il diritto alla salute dei cittadini. In particolare proprio riferendosi alla legge 447/95 il diritto in materia di tutela alla salute come normativa di principio non derogabile dalle Regioni ( e men che meno, da Enti Locali subordinati, come i comuni).E’ fatto salvo il diritto del Comune di concedere per brevi periodi deroghe alla suddetta normativa acustica (si pensi, per esempio, alla sagra di paese), ma questo non può essere un pretesto per il Comune per concedere proroghe “mensili” o addirittura “stagionali” a questo a a quel locale.

Si prospettano, pertanto, tempi duri ad esempio per la discoteca, Karaoke bar, ecc. che per l’estate allietano i clienti, ma disturbano tutto il vicinato fino a tarda notte. Il TAR ha affermato che NO, NON SI PUO’. Infatti nella sentenza di cui si parla, il Giudice Amministrativo accoglie la tesi promossa dai cittadini disturbati, ricordando che l’articolo 6, comm. 1 lett. H della legge 447/95 consente sì deroghe ai valori limite ma solo per lo svolgimento di “attività temporanee” e di manifestazioni in luogo pubblico o aperto al pubblico e per spettacoli a carattere temporaneo ovvero mobile, e non in relazione ad attività di intrattenimento che si svolgono per tutto l’anno (o per un intervallo di tempo prolungato e ininterrotto).