Lettere in redazione Vittoria

I disagi degli alunni pendolari che da Vittoria vanno a Ragusa

Ci scrive un genitore

Vittoria - Gentile Ragusanews,

sono un genitore di un alunno pendolare della linea Vittoria - Ragusa per l'Istituto Fabio Besta nello specifico, ma penso, con la presente, di raccogliere il pensiero e le difficoltà di tutti, anche dei pendolari per gli altri istituti scolastici di Ragusa, Majorana e Alberghiero e di quelli per Comiso.
Da ieri ho appreso, con stupore la decisione aziendale e unilaterale Sais, di apporre l'orario di partenza e di rientro degli alunni negli abbonamenti settimanali e/o mensili.
Mi rendo conto che non esserdo i vertici Sais degli interessati al servizio, non si rendono conto della enorme assurdità di questo provvedimento.
Non vivono giornalmente le difficoltà dei nostri ragazzi e di noi genitori e, a tavolino, prendono delle decisioni che non hanno nè capo nè coda.
I ragazzi, spesso, hanno delle variazioni di orario non dipendenti dalla loro volontà; entrano in seconda ora; escono prima per riunioni sindacali degli insegnanti; assemblee di classe o di istituto; alternanza scuola lavoro che li porta a prendere il pulman di rientro nel tardo pomeriggio; varie ed eventuali...
Comodo e facile dire: "Basta rivolgersi alla biglietteria entro un'ora prima della partenza e fare modificare l'ora di partenza e/o di arrivo, pena, il pagamento di un nuovo biglietto" ma, credetemi e credeteci che non è così semplice. Non sempre i ragazzi sono nelle condizioni di poterlo fare e nemmeno noi genitori stiamo li a girarci i pollici. Ma ditemi una cosa...a Vittoria siamo degli appestati? I nostri soldi, sono contaminati da sostanze velenose? Noi paghiamo profumatamente per un servizio che,consentitemi di dirlo, è persino scadente e insufficiente, ma questo è un altro dicorso che magari affronteremo successivamente.

Altra novità quella che mi son sentito rispondere dalla biglietteria: "Mi dispiace il contatore è arrivato a 0 (zero) e non possiamo più emettere abbonamenti mensili". Ma davvero state scherzando?
Io, ma penso che con me lo saranno tanti altri, sono disposto ad organizzare una class action contro di voi se non addirittura a boicottare i vostri pullman, organizzandoci, per conto nostro, in barba alle vostre decisioni sconclusionate.
Perdonatemi il tono...ma veramente questa volta avete toccato il fondo, anche perché, per quanto mi risulta, questo problema è solo su Vittoria.