Sanità Precariato

Tremila da stabilizzare nelle Asp siciliane

Palermo - La Sicilia, in tema di stabilizzazione dei precari nella Sanità è stata tra le prime Regioni d’Italia ad avviare il percorso applicando di fatto la legge Madia. In particolare è stato significativo il ruolo attivo e di chiarimento applicativo della normativa da parte dell'assessorato per la Salute. Insomma, l'Isola è stato da modello nazionale tanto da trainare sulla stessa falsa riga anche altre Regioni.

Da gennaio ad agosto 2018 (è questo, al momento il periodo preso in considerazione) sono stati stabilizzati 2.305 profili professionali aventi diritto e sono in corso le procedure per la stabilizzazione di altri 2.936 precari fino alla 2019. Ovviamente lo “zoccolo duro” è rappresentato quasi sempre dai medici (già stabilizzati 696, mentre altri 761 sono come previsione), seguiti dagli infermieri (612 già stabilizzati ed in attesa altri 662). Poi c'è l'aspetto amministrativo, infatti, una buona quota di stabilizzazione è rappresentata dai coadiutori amministrativi tanto utili e necessari per la “macchina burocratica” delle aziende: finora stabilizzati 189 e in previsione ve ne sono altri 185. Altra figura predominante quella dell'operatore socio-sanitario: finora ne sono stati stabilizzati 122 con una previsione di altri 286, così come gli ausiliari specializzati (93 stabilizzati e altri 242 da stabilizzare).

https://www.ragusanews.com//immagini_banner/1543747182-3-nifosi.jpg