Cronaca Ragusa

Maria Zarba uccisa a Ragusa col cranio fracassato, fermato il marito

La donna col cranio fracassato, trovata dal nipote, in una pozza di sangue

Ragusa - Omicidio. Maria Zarba, 66 anni, è stata uccisa stasera, intorno alle 20, nella sua casa di via Giambattista Odierna a Ragusa. A trovarla, col cranio fracassato, il nipote, quando ha fatto rientro in casa. 

Sul posto la Polizia, l'ambulanza del 118, il Pm e il medico legale Giuseppe Iuvara. Il marito della donna è stato condotto in Questura per essere interrogato. «E' una morte violenta», si limita ad affermare il questore Salvatore La Rosa. Non si esclude possa trattarsi dell'ennesimo femminicidio. La donna è stata trovata in una pozza di sangue e con il cranio fracassato. Sul posto la squadra mobile della polizia.

Interrogati tutti i familiari

Sul posto è intervenuta la polizia per avviare le indagini, coordinate dal sostituto procuratore Giulia Bisello. Personale della squadra mobile sta interrogando familiari e conoscenti per ricostruire la personalità della vittima e le sue frequentazioni. Sono in corso rilievi della polizia scientifica per accertare la dinamica dell'accaduto e trovare elementi utili alle indagini.

Maria Zarba, una donna religiosa

Maria era ministro ordinario della comunione. Donna religiosa, era fervente cattolica.