Sanità Ragusa

Su 20 mln, solo 300 mila euro per pronto soccorsi ragusani

La fetta più grande a Palermo

Palermo - 19,7 milioni di euro per Asp e ospedali: serviranno a rifare il look a guardie mediche e pronto soccorso fatiscenti. In provincia di Ragusa arrivano solo 300 mila euro. 

I soldi destinati alle guardie mediche serviranno per mettere in sesto i locali, dotarli di videosorveglianza e di una sistema di collegamento in tempo reale con le forze dell'ordine. Misure pensate dopo il caso della violenza sessuale ai danni della dottoressa in servizio alla guardia medica di Trecastagni stuprata nel 2017 da un 27enne che recentemente è stato condannato a otto anni di carcere.

All'Asp di Agrigento andranno 1,2 milioni solo per le guardie mediche. A Caltanissetta 4,2, ovvero 1,4 per le guardie mediche e 2,8 per i Pronto soccorso. All'Asp di Catania andrà1,5 milioni, mentre l'ospedale Cannizzaro si aggiudica un finanziamento da 1,5 milioni per il Pronto soccorso. A Enna assegnati 359 mila euro solo per i presidi territoriali. All'Asp Messina 2,5 milioni per le guardie mediche, mentre il Policlinico messinese si accaparra 1,7 milioni per l'area di emergenza.

All'Asp di Palermo 1,9 milioni, di cui 500 mila euro per i pronto soccorso. Ma è proprio il capoluogo a fare la parte del leone aggiudicandosi altri 2,4 milioni per il pronto soccorso del Cervello e 1,5 per quello del Policlinico di Palermo. Soldi utili non solo a sistemare i locali, ma anche a comprare attrezzature necessarie per l'emergenza e urgenza. A Ragusa, Siracusa e Trapani sono stati finanziati solo interventi che riguardano le guardie mediche rispettivamente per 300 mila, 230 mila e 440 mila euro.

https://www.ragusanews.com//immagini_banner/1543747182-3-nifosi.jpg