Lettere in redazione Sampieri

I valori monetari e quelli sentimentali

Il Piccolo Borgo di Sampieri è costruito su delicatezze e fragilità qualitative

 Scicli - Partiamo dal presupposto fondamentale, che tutti i luoghi hanno un’anima. L’anima di chi ha inciso impronte del proprio passaggio, di chi ha lasciato tracce e solchi delle conquiste, sigilli in segni d’amore nel proprio lavoro, di chi trova rispecchiamento sentimentale in paesaggi e città, in particolari tangibili ad altri invisibili.
Ci sono tracce fisiche urbane significative e permanenti, poi segni di poco conto che possono variare tante volte e l’identità dalla città non perde riconoscibilità. Ed è la narrazione infinita dello svolgersi del tempo che avvalora e sorregge questo concetto di persistenza di un segnale.
Il disfacimento dei muretti e le sedute del lungomare, sono un impoverimento del valore semantico e affettivo del piccolo Borgo di Sampieri.
Le culture tradizionali erano animate da un’interpretazione sacrale dei luoghi. Per molti Sampieri – almeno nella parte bassa - ha valore emotivo e affettivo notevole.
Rispettare un “territorio” - proteggendolo ecologicamente, dedicarsi con cura - significa quindi permettere alla sua energia di vivere, di sopravvivere nel tempo, di giungere sino a noi e proseguire oltre il nostro passaggio.
Perchè non vengono ripristinate le sedute del muro di recinzione del lungomare? Quel lungomare - in procinto di essere dedicato a un artista sciclitano di valore mondiale - aspetta il ripristino dello stato originario prima della mareggiata, non si può aspettare l'estate del 2019.

Dopo la mareggiata, che ha prodotto danni al lungomare, il riordino che serviva per condurre a termine la stagione per alcune attività commerciali, è stato subito attivato. I detriti sono stati prontamente portati via e tutto è tornato come prima già dal giorno dopo.
Ho apprezzato la solerzia e complimentato per la puntualità l'amministrazione.
Nel lungomare alcuni muretti e le sedute, da tanto tempo caratteristiche uniche del posto, con la furia del mare sono franati.

Necessitano due giorni di lavoro di due operai, per rimettere al loro posto le pietre "vive" e sempre vive nel sentimento della comunità locale e dei tanti che apprezzano Sampieri.
Muretti che dal mare si vedono molto bene e sono segni inequivoca riconoscibilità del piccolo centro.
Il Piccolo Borgo di Sampieri è costruito su delicatezze e fragilità qualitative. Le venerabili pietre, da sempre, trattengono il carattere identitario del piccolo Centro.