Attualità Ricetta Siciliana

La pasta con i broccoli arriminati

Gli sparacelli coi broccoli in tegame

Il nome “arriminato” significa mescolato. La pasta con i broccoli "arriminati" è una antica ricetta autunnale, di origine povera, che fa parte della tradizionale cucina siciliana. Da Ottobre fino al mese di Maggio sulla tavola dei siciliani, almeno una volta a settimana, non può mancare questo primo piatto.

Un piatto fatto di ingredienti poveri ma di grande gusto. Servono pochi ingredienti e, a seconda del paese dove viene preparata, questa ricetta subisce qualche variazione. E' una ricetta di stagione, e rappresenta uno dei classici piatti della Cucina Palermitana. Forse è più conosciuto con il suo nome in dialetto siciliano pasta con i vrocculi arriminati che tradotto in italiano significa pasta con i broccoli in tegame. Voi potete prepararla velocemente sia con i broccoli ma anche con i cavoli, entrambi fanno parte della famiglia degli Sparacelli e non necessita di grande esperienza in cucina.

Servono un cavolo di media grandezza, affinchè sia morbido, la pasta, quella che tradizionalmente si utilizza sono i bucatini, ma va bene anche la pasta corta del tipo strozzapreti, le casarecce; una cipolla, dell'uva sultanina (uva passa nera), un bustina di zafferano, qualche filetto di alici e non dimenticate i pinoli.
Io vi consiglio di sceglierne una di buona qualità e se possibile, del tipo ruvida così che ne esalti il sapore e la cremosità come in un abbraccio. Tifo per i bucatini.
A completamento della ricetta, al momento di servire a tavola la vostra pasta dovete aggiungere una generosa spolverata di "muddica atturrata" cioè il pangrattato tostato in padella con olio.

Questa appetitosa ricetta dal contrasto dolce-salato ricorda molto la tradizione araba.

La pasta sapientemente cucinata conferisce al broccolo, che viene arriminato, quindi diviene cremoso, un sapore unico e ineguagliabile.
Bastano poco più di venti minuti (tempo della cottura del broccoli) per portare a tavola un primo piatto dal sapore delicato.
Possiamo mangiare la “pasta chi vrocculi arriminati” come si chiama a Palermo, in vari modi. Con il broccolo bianco o verde, cucinata in bianco, oppure con l'aggiunta dell’estratto di pomodoro, o ancora con l’aggiunta di qualche pomodoro pelato o con lo zafferano. Della pasta con i broccoli arriminati esiste anche la versione al forno e ancora quella con la salsiccia. L'importante però è chiarire che noi, in Sicilia, chiamiamo broccolo quello che in altre parti d’Italia è il cavolfiore di tipo verde.

La mia versione di oggi la trovate qui

https://www.ragusanews.com//immagini_banner/1543747182-3-nifosi.jpg