Attualità Previsioni

Maltempo, 3 novembre, allerta rossa in Sicilia occidentale

Allerta gialla per la restante parte dell'Isola.

Palermo - La Protezione Civile ha diffuso poco fa un bollettino di allerta meteo rossa che fino a domani sera riguarda tutta l'area nord-occidentale della Sicilia, sia per rischio idrico sia per rischio idrogeologico. Allerta gialla per la restante parte dell'Isola.

Previste precipitazioni "diffuse, a prevalente carattere di rovescio o temporale, sui settori occidentali e versanti meridionali centrali della Sicilia, con quantitativi cumulati da elevati a molto elevati; da sparse a diffuse, a prevalente carattere di rovescio o temporale, sul resto della Sicilia con quantitativi cumulati generalmente moderati, più rilevanti sui versanti ionici della Sicilia nord-orientale".
Il sindaco di Palermo, Leoluca Orlando, ha ordinato per domani la chiusura delle scuole. Da parte del sindaco anche un invito "come già fatto da altri colleghi della Sicilia e vista l'eccezionale ondata di maltempo che prosegue da ore a limitare gli spostamenti lungo a quelli strettamente necessari, adottando la massima prudenza''.

Anche oggi la Sicilia occidentale è stata flagellata dal maltempo: torrenti esondati, strade invase da acqua e fango chiuse al traffico, così come parte della rete ferroviaria, allagamenti in case e negozi e abitazioni isolate, funzioni in cimiteri sospesi. Sono gli effetti del maltempo che ha colpito la Sicilia occidentale. A Sciacca (Ag) ci sono stati frane e smottamenti e diverse famiglie che abitano ai piedi del monte San Calogero sono da ieri isolate. Il sindaco Francesca valenti ha disposto la chiusura di uffici e scuole e vietato l'acceso al cimitero.

Paura nel Palermitano per due agricoltori che per alcune ore sono scomparsi duranti i lavori in un terreno agricolo nel territorio di Castronovo di Sicilia, non distante dalla diga Fanaco: sorpresi dall'esondazione dei torrenti del Platani avevano trovato rifugio in un capanno. Alcuni crolli di cornicioni e la caduta di alberi si sono registrati a Corleone (Pa) e ad Agrigento. Si sono formate anche due trombe d'aria: una ha colpito Punta Secca, frazione marinara, di Santa Croce Camerina (Rg) devastando serre e colture di ortaggi; l'altra a Castelvetrano (Tp) provocando danni allo Yachting club di Marinella di Selinunte. Chiuse e riaperte diverse strade statali per allagamento nell'Agrigentino, nel Palermitano e nell'Ennese. Circolazione ferroviaria sospesa dalle 10.10 su alcune linee siciliane, per l'allagamento dei binari. Nei tratti interessati Trenitalia ha attivato servizi di bus sostitutivi.