Economia Incoming

Turismo in Sicilia: trend positivi, fondamentali le presenze straniere

+7,3% rispetto al 2016

Il turismo in Sicilia cresce in modo davvero importante: è questo ciò che è inequivocabilmente emerso dai dati presentati dall’Osservatorio economico di Confartigianato Sicilia.

Turismo in Sicilia: presenze a livelli record
Nel 2017, infatti, le presenze turistiche nell’isola sono state ben 14,7 milioni, una cifra davvero consistente nonché vicina al massimo storico di questa regione, quello registrato nel 2014: nell’occasione le presenze furono esattamente 14.704.926.
Effettuando un raffronto con l’anno precedente si intuisce in modo chiaro come la Sicilia sia stata protagonista di un vero e proprio boom: rispetto al 2016, infatti, il turismo è cresciuto del +7,3%, percentuale che corrisponde a circa un milione di presenze in più.
Questi trend così positivi hanno conferito alla Sicilia un ruolo di primo piano nel comparto turistico italiano, nel 2017 questa regione si è collocata infatti al decimo posto nazionale per quel che riguarda gli arrivi e al tredicesimo posto circa il numero di presenze.

Strutture ricettive e province più gettonate
Confartigianato Sicilia ha presentato anche altri dati interessanti, come ad esempio quelli relativi alle strutture ricettive più gettonate dai turisti.
Nel 2017, l’80,1% dei clienti ha scelto di pernottare presso alberghi, il 6,2% in alloggi in affitto, il 5,5% in Bed & Breakfast, il 4,1% in campeggi e villaggi turistici e il 2,9% in agriturismi.
Sono dunque gli hotel l'opzione principale dei viaggiatori che soggiornano in questa splendida isola, ed è un dato altrettanto interessante quello riguardante i B&B: queste strutture ricettive hanno infatti fatto registrare una crescita davvero altisonante rispetto all’anno precedente, con un netto +23,9%.
Per quanto riguarda le province più scelte dai viaggiatori, il primo posto spetta a Messina che abbraccia il 23,8% del turismo regionale, seguono Palermo con il 20,3%, Trapani con il 15,8% e Catania con il 14,2%.
La provincia messinese conquista lo “scettro” di principale meta turistica siciliana anche sulla base di un altro dato molto significativo, il cosiddetto “tasso di turisticità”, ovvero l’ammontare delle presenze turistiche rapportato al numero di abitanti.
Ma chi è a scegliere la Sicilia per le proprie vacanze?

In forte crescita il turismo estero
Per rispondere a questa domanda è molto utile menzionare i dati presentati da Intesa SanPaolo in occasione dell’evento “Il turismo in Sicilia. Quali potenzialità Sviluppare” tenutosi a Palermo nel mese di novembre 2018.
Quest’importante istituto bancario ha sottolineato il fatto che la Sicilia è particolarmente apprezzata dai turisti stranieri: nel 2017 infatti le presenze estere sono cresciute del +22,2% rispetto a un decennio addietro, nel medesimo lasso di tempo si è invece registrato un calo per quel che riguarda i turisti italiani.
Sul piano turistico, dunque, la Sicilia diviene sempre più internazionale, e la strada per far crescere ulteriormente questo settore sembra dunque essere questa: fare in modo che i servizi turistici di questa regione riescano a soddisfare nel miglior modo possibile i clienti provenienti dall’estero.

I tanti punti di forza della Sicilia come meta turistica
Per quanto riguarda i punti di forza che contraddistinguono questa terra dal punto di vista turistico, l’elenco non può che essere molto lungo.
La bellezza della Sicilia è sulla bocca di tutti, la regione vanta centinaia e centinaia di chilometri di splendida costa e la sua magnifica natura può essere vissuta anche in modo esclusivo: alcune realtà specializzate quali Mistral Sailing consentono ad esempio di vivere un soggiorno a bordo di un catamarano in Sicilia offrendo non solo il noleggio dell’imbarcazione, ma anche tutti i servizi correlati.
La Sicilia è una meta magnifica per chi desidera scoprire delle località suggestive e soprattutto autentiche, ben distanti da quel turismo di massa che tende spesso a snaturare i luoghi, anche il clima è una caratteristica che contribuisce a rendere l'isola una scelta top.
In Sicilia le estati durano molto di più rispetto alla media nazionale, dunque è possibile trascorrere delle piacevoli giornate al mare anche in mesi piuttosto distanti dai canonici luglio e agosto, allo stesso tempo sono senz’altro cresciute le opportunità di raggiungere quest’isola, soprattutto per quel che riguarda i collegamenti aerei.