Economia Pezzi d'epoca

All'asta i mobili di cinque grandi alberghi siciliani

Molti sono in stile Liberty

Vanno all’asta i beni mobili, arredi, poltrone, sofà, quadri, statue, vincolati o non, di cinque hotel storici, i più antichi di Sicilia. Si tratta dei beni del Grand Hotel Villa Igiea, Grand Hotel et Des Palmes e Hotel Excelsior di Palermo, Excelsior Grand Hotel di Catania, Hotel Des Etrangers & Spa di Siracusa. Nella maggior parte dei casi i lotti sono liberamente asportabili; quelli inamovibili in ragione del loro elevato interesse culturale sono indicati in catalogo. I lotti sono stati inoltre pubblicati sui maggiori portali internazionali per il collezionismo. L’asta si terrà giovedì 15 novembre con possibilità di offrire già ora.

Per quanto riguarda il Grand Hotel Villa Igiea, l’asta si compone di 122 lotti che arredano ancor oggi il famoso albergo palermitano, in cui la collaborazione tra il genio imprenditoriale della Famiglia Florio ed il talento di Ernesto Basile (1857-1932) realizzarono il monumento del Liberty siciliano. Ettore De Maria Bergler, Vincenzo Irolli, Antonino Leto, Francesco Lojacono e naturalmente Vittorio Ducrot sono alcuni dei nomi legati a questa eccezionale impresa. Le loro opere sono l’asse portante degli oggetti oggi in asta, che costituiscono la quinta scenica ideale di questo meraviglioso luogo da oltre un secolo. Ma l’hotel è ricco di una importante selezione di altri oggetti, che pur non appartenendo agli arredi originari, partecipano della stessa tensione estetica ed emotiva: ceramiche, sculture, stampe e soprattutto mobili sia da camera sia per gli spazi di rappresentanza.

L’asta degli arredi dell’Hotel Excelsior di Catania si compone di 54 lotti, prevalentemente arredi di fattura moderna, tra cui poltrone, tavoli, lampadari e specchiere. I dipinti, così come le stampe, sono puramente decorative. Tra i lotti, molti gruppi omogenei di oggetti, oggi arredo delle aree di rappresentanza e delle stanze dell’hotel.

L’asta degli arredi dell’Hotel Excelsior di Palermo si compone di 60 lotti, di cui il gruppo più interessante è rappresentato dai lampadari e dalle applique in vetro soffiato, di produzione muranese. Le graziose vetrinette poste all’ingresso, unitamente ai mobili al piano, rivestono carattere prevalentemente d’uso. I dipinti sono, invece, copie di opere di grandi maestri, realizzate a fini di arredo.

Tra i beni dell’Hotel Des Palmes, invece ci sono una colonna decorata a mosaico attribuita alla bottega medioevale dei Vassalletto, una collezione di statue palermitane dei secoli XVIII e XIX, i mobili che arredavano l’hotel al tempo del soggiorno di Wagner, e persino lo sgabello da pianoforte che il grande musicista utilizzò durante la composizione del “Parsifal”, tra il 1881 e il 1882. 79 lotti che permettono di rivivere le meraviglie di uno dei luoghi simbolo della grande Palermo ottocentesca.

Infine, l’asta che riguarda l’Hotel Des Etrangers a Siracusa si compone di 45 lotti, e contiene i migliori arredi Liberty e Deco degli hotel del gruppo AMT. Parte di essi richiama il gusto primo ‘900 dello storico hotel. Gli arredi delle stanze sono anch’essi improntati al gusto Belle Epoque, con ampio uso dello stile floreale sia nelle decorazioni sia nel design.

La prima fase d’asta ha avuto inizio nel 2017 e in tale fase è stato possibile offrire per qualsiasi bene un importo almeno pari al 200% della stima minima. Ora, invece, tutti i lotti rimanenti sono posti ad una base d’asta pari al 100% della stima minima e saranno aggiudicati il 15 novembre 2018, a partire dall 18. Non sono previste ulteriori fasi d’asta, in quanto per disposizione della Procedura giudiziaria per tutti i lotti ancora privi d’offerta nella giornata del 15 novembre 2018 gli acquirenti degli hotel sono tenuti ad offrire la base d’asta vigente.

https://www.ragusanews.com//immagini_banner/1544461495-3-tumino.gif

I lotti di tutti e cinque gli hotel sono visibili su www.bonino.us.

https://www.ragusanews.com//immagini_banner/1543747182-3-nifosi.jpg