Attualità Roma

La siciliana Giulia Mei finalista al Premio Fabrizio De Andrè

Giulia Catuogno, palermitana 26enne

Roma - La cantautrice e pianista siciliana Giulia Mei conquista la finale al premio dedicato a Fabrizio De Andrè. La giovane artista porterà la sera del 24 novembre all’Auditorium parco della musica di Roma, all’ultima gara, il brano “Vivi, c’hai la vita, deficiente!”.

Un testo dolce e intenso, un inno alla vita, dedicato a chi troppo spesso si dimentica di viverla e si perde tra rimpianti e rimorsi, dandola vinta a un dolore che toglie la voglia di andare a guardare ogni giorno cosa c'è “dietro la tenda”, come recita la canzone.

Giulia Mei si esibirà insieme con la sua band, composta da Vittorio Di Matteo alla chitarra, Massimo Provenzano al basso, Giorgio Di Maio alle tastiere e Ferdinando Piccoli alla batteria. Musica, parole ed emozioni, queste sono le tre parole chiave del percorso musicale di Giulia Mei, che sfiorando i tasti del pianoforte setaccia e tocca con la voce il lato più profondo dell’anima di chi ascolta, coinvolgendola in un unico, puro e positivo sentimento d’arte.

Prodotta da Edoardo De Angelis, nei prossimi mesi uscirà il primo album di Giulia Mei, dove la giovane promessa del cantautorato femminile italiano continuerà a portare avanti il suo progetto e il suo sogno.

Il premio è patrocinato dalla Fondazione Fabrizio De André e realizzato grazie al supporto del Presidente della Giuria Dori Ghezzi, moglie del compianto cantautore e della direttrice artistica Luisa Melis. Ospiti di punta della serata saranno il cantautore romano Mannarino, che riceverà la Targa “Faber” e la Bandabardò, a cui sarà consegnata la Targa “Quelli che cantano Fabrizio”.

https://www.ragusanews.com//immagini_banner/1543747182-3-nifosi.jpg