Cronaca Vittoria

Vittoria, arrestato spacciatore

In una piazza del centro storico

Vittoria - Continua senza sosta l’impegno della Polizia di Stato per contrastare il fenomeno dello spaccio di sostanze stupefacenti.
Nel pomeriggio dello scorso venerdì, 23 novembre, la Polizia di Stato - Squadra Mobile e Commissariato di P.S. di Vittoria – anche a seguito di alcune segnalazioni pervenute tramite la nuova app “YouPol”, ha effettuato un mirato servizio finalizzato al contrasto del fenomeno dello spaccio di sostanze stupefacenti in questa Piazza Daniele Manin, meglio intesa come Piazza Senia, e nelle vie adiacenti.

In particolare, i poliziotti, prendendo spunto dalle indicazioni fornite dai cittadini tramite alcune segnalazioni “YouPol” che indicavano la nota piazza del centro cittadino come “luogo di spaccio”, hanno predisposto un apposito servizio di appostamento ed osservazione, nel corso del quale hanno subito notato due stranieri, un tunisino ed un algerino, già conosciuti agli uffici di Polizia per i precedenti in materia di spaccio di stupefacenti, che attendevano nella predetta località con fare circospetto. In effetti, poco dopo, sotto gli occhi vigili degli agenti, si realizzava una cessione verosimilmente di sostanza stupefacente nei confronti di due persone, italiane, sopraggiunte poco dopo nella piazza in questione a bordo di un’auto. Concretizzatasi, quindi, l’illecita condotta, i poliziotti entravano subito in azione procedendo al controllo degli acquirenti e degli spacciatori, uno dei quali, tuttavia, nelle more dell’attività era riuscito ad allontanarsi facendo perdere le proprie tracce.

A seguito della perquisizione eseguita nei confronti degli acquirenti italiani, il passeggero del veicolo veniva trovato in possesso di 14 stecche e quattro frammenti di hashish, del peso complessivo di grammi 9,7. L’ulteriore perquisizione domiciliare effettuata nell’abitazione di quest’ultimo permetteva di rinvenire all’interno della sua camera da letto un’ulteriore stecca di sostanza di hashish, del peso di grammi 0,7. Tutta la sostanza rinvenuta veniva sottoposta a sequestro.
Le perquisizioni eseguite nei confronti dello straniero cedente e del conducente dell’auto davano, invece, esito negativo per la ricerca di droga; tuttavia quest’ultimo veniva trovato in possesso di un coltello a scatto del cui porto non riusciva a fornire adeguata giustificazione.
Avuto l’obiettivo riscontro circa la condotta di cessione, il cittadino tunisino S.W., quarantunenne, già irregolare sul territorio nazionale, tenuto conto dei precedenti penali specifici, veniva tratto in arresto in flagranza per il reato di detenzione e spaccio di sostanza stupefacente.

L’altro cittadino straniero, dileguatosi immediatamente prima dell’intervento dei poliziotti, ma subito dopo individuato ed identificato, veniva deferito in stato di libertà per il medesimo reato all’Autorità giudiziaria; inoltre, tenuto conto del numero di stecchette e frammenti di hashish rinvenutegli, anche il cessionario veniva denunciato a piede libero per detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente, mentre il conducente del veicolo veniva denunciato per il reato di porto ingiustificato di oggetti atti ad offendere.
Nell’ambito di tale attività, veniva altresì segnalata alla Prefettura di Ragusa per uso personale di sostanza stupefacente, anche un’altra persona sorpresa, nel corso del medesimo servizio, nei pressi della citata Piazza Manin in possesso di 1.92 grammi di hashish.

https://www.ragusanews.com//immagini_banner/1543747182-3-nifosi.jpg